Il Cac 40 tenta un salto nonostante il FMI e l’Italia, il Total e il rimbalzo delle banche

JOHN WIBURG investir.lesechos.fr 9.10.18

La Borsa di Parigi si sta stabilizzando, il rimbalzo delle riserve petrolifere e bancarie per assorbire il calo delle previsioni di crescita globale del Fondo monetario internazionale e la questione del bilancio italiano.

La sessione di negoziazione del 9 ottobre 2018: l'apertura CAC 40 |  Crediti fotografici: Caroline e Louis Volant / Creative Commons

La sessione di negoziazione del 9 ottobre 2018: l’apertura CAC 40 | Crediti fotografici: Caroline e Louis Volant / Creative Commons

Dopo essere calata del 3,5% in tre sessioni, la Borsa di Parigi si sta stabilizzando in apertura, grazie al rimbalzo di titoli bancari e petroliferi. È ancora necessaria cautela dal momento che il Fondo monetario internazionale (FMI) ha rivisto al ribasso le sue previsioni di crescita globale di 0,2 punti al 3,7% per il 2018 e il 2019, una prima dal 2016. In discussione, le incertezze tra Stati Uniti e Cina , ma anche tra i tre paesi del Nord America, i rischi che circondano i paesi emergenti e quelli legati alla Brexit .

Alle 9:10, il CAC 40 afferra lo 0,13% a 5.307,08 punti. Altrove in Europa, il Footsie di Londra prende lo 0,13%, il Dax della Borsa di Francoforte 0,14% e il FTSE Ebb Milanese lo 0,48%.

Salta in Cina questa mattina

Ieri Wall Street è finita quasi invariata con la chiusura dei mercati obbligazionari, ma il rendimento del prestito decennale negli Stati Uniti è ripartito stamattina inserendo un nuovo picco di sette anni al 3,22%. I mercati cinesi hanno preso un po ‘di colore dopo una caduta del 4,3% nel CSI 300 , il calo maggiore da febbraio 2016.

Giovanni Tria alla brace

Il mercato non mancherà di tenere d’occhio l’Italia, mentre il ministro delle Finanze Giovanni Tria ha difeso Martedì gli obiettivi di bilancio del governo al Parlamento in relazione con il primo di una serie di audizioni con la partecipazione, al di là del parlamentare , membri della Banca d’Italia e dell’Istituto Italiano di Statistica (Istat). Bruxelles è preoccupata per l’obiettivo di disavanzo del 2,4% del PIL per il 2019, tanto più che il Consiglio due vice presidenti, Matteo Salvini e Luigi Di Maio sembrano assolutamente non disposti a rivedere la loro copia. Lunedì, il rendimento del titolo decennale italiano ha toccato un nuovo massimo di quattro anni e mezzo al 3,625%.

Totale supporto, TechnipFMC supera Cac 40

Total e TechnipFMC sono sulla scia del rimbalzo dei prezzi del greggiomentre leesportazioni di petrolio dell’Iransonodiminuite più del previsto nella prima settimana di ottobre.

BNP Paribas , Crédit Agricole e Société Générale stanno riprendendo i loro colori dopo il loro declino il giorno prima.

Tra i rating degli analisti, JPMorgan ha degradato Ipsen da “neutrale” a “sottopeso”.