Le dorate pensioni FMI

scenarieconomici.it 15.10.18

Torniamo su un argomento già trattato su SE: i trattamenti pensionistici dei dipendenti dell’austero, iperliberista e inflessibile FMI, il braccio internazionale della Troika insieme a Commissione Europea e BCE.

Come abbiamo già spiegato i dipendenti FMI possono andare in pensione anticipata (con penalizzazione) a partire da 50 anni con minimo di 3 anni di contributi. L’età minima pensionabile è addirittura 1 anno inferiore a OCSE (51 anni) e 5 anni minore di quella di BCE e UE (55 anni). 

L’età pensionabile normale in FMI è 62 anni, sempre con 3 anni di contributi. Dal sito FMI:

Dunque, l’FMI che contesta la “quota 100” del governo italiano a sé stessa applica quota 53. Non male vero?

Mentre i nostri pensionati vedono i 63 anni come un miraggio, una soglia minima ottenuta a costo di forti penalizzazioni sull’assegno pensionistico, i dipendenti FMI a 63 anni sono già in pensione piena da 1 anno, e col sistema retributivo. 

Ma quanto costano le pensioni FMI, e chi le paga? Ovviamente le paghiamo (anche) noi contribuenti italiani con le quote annuali di adesione all’FMI. Qui sotto il bilancio 2017 e 2018 delle pensioni FMI tratto dall’ultimo bilancio trimestrale:

I 2.400 dipendenti contribuiscono per il 7% del salario (i dipendenti italiani devono versare il 9%), il fondo versa il 14%. I contributi coprono solo 31 dei 51 milioni di dollari di costo pensionistico, il 60%. Il resto è coperto dal ricco fondo pensioni che ha un patrimonio di 7,6 miliardi di dollari. Fondo naturalmente costituito a spese nostre visto che FMI non ha fabbriche o miniere d’oro –  tranne i nostri portafogli.

Per chiudere notiamo che i dipendenti FMI oltre a trattamento fiscale di favore (10% di aliquota)

Precisiamo che non abbiamo alcuna invidia per il bengodi dei dipendenti FMI, gradiremmo anzi che gli stessi parametri pensionistici venissero adottati nelle ricette imposte a noi dall’FMI, in piena coerenza: se la pensione a 50 anni va bene per loro, perché non andrebbe bene per noi?