Atlantia: F2i tenta l’affondo su Autostrade (Sole)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

F2i prova ad accelerare sul piano Aspi: la sgr guidata da 

Renato Ravanelli, scrive il Sole 24 Ore, sta vagliando tutte le opzioni 

possibili per entrare con una quota di rilievo nella controllata attiva 

nelle concessioni autostradali che fa capo ad Atlantia. 

In tal senso, spiega il quotidiano, è in via di definizione la 

costituzione del quarto fondo di F2i, che potrebbe essere dedicato proprio 

all’investimento nelle vie a pedaggio, complice il fatto, a quanto si 

apprende, che l’esclusiva per l’acquisto di Brebemi da Intesa Sanpaolo è 

ormai scaduto e le parti non hanno proceduto al perfezionamento 

dell’operazione. Le risorse che saranno raccolte dal nuovo fondo potranno 

così essere dirottate in toto sull’eventuale investimento in Aspi. 

Il progetto, ancora allo stato embrionale, considera al momento due 

opzioni di intervento. Nel primo caso l’ingresso diF2i, supportato anche 

da un altro partner, potrebbe avvenire anche attraverso una vendita 

diretta di buona parte della quota di Atlantia in Aspi. Una valutazione 

conservativa di Autostrade fissa in un range tra i 3 e i 4 miliardi il 

valore dell’asset, dunque in questo caso si ragionerebbe su un impegno tra 

1,5 e 2 miliardi id euro. 

L’alternativa, meno costosa, è che si proceda a una scissione di Aspi, 

operazione che consegnerebbe a Edizione circa il 27% della società 

operativa: quota che, in un secondo tempo, potrebbe essere valorizzata 

attraverso la cessione a un investitore terzo come F2i. 

rov 

 

(END) Dow Jones Newswires

October 16, 2018 02:27 ET (06:27 GMT)