Poste I.: punta sul welfare (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Il progetto che punta alla distribuzione di polizze Rc Auto negli uffici postali è ancora in fase di avvio. La gara che vede in competizione cinque big delle assicurazioni (Generali Ass., Axa, Zurich, Allianz e Unipol) per diventare partner delle Poste Italiane in questo nuovo settore è ancora aperta e, in questa fase, appare in stand by. 

Ma, scrive MF, c’è un altro ramo di attività su cui il gruppo guidato da Matteo Del Fante sta puntando forte in questi mesi. Si tratta del welfare, e più in particolare dell’offerta di fondi sanitari o di polizze collettive. Già a fine 2015 il gruppo aveva deciso di investire risorse importanti sulla crescita di questo comparto. A questo scopo era stata per esempio acquisita per 20 milioni di euro Sds System Data Software, per occuparsi in particolare della gestione dei fondi sanitari. Società che negli anni ha cambiato nome in Poste Welfare e Servizi e la cui guida è stata affidata Francesca Sabetta, chiamando alla presidenza a Maurizio Cappiello, che è pure amministratore delegato della compagnia danni, Poste Assicura, e direttore generale di Poste Vita. 

Ma ora l’intenzione è dare un’ulteriore accelerazione, come previsto del resto dal piano industriale Deliver 2022 messo a punto da Del Fante e presentato al mercato lo scorso febbraio. Una spinta che passa pure per un riassetto manageriale interno. 

red/fch 

 

(END) Dow Jones Newswires

October 19, 2018 02:34 ET (06:34 GMT)