C.Fondiario: atteso a ore ok Bankitalia a controllo Elliott (fonti)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Si avvia alle battute finali la partita per il controllo di Credito Fondiario da parte del fondo Elliott. Secondo quanto hanno riferito due fonti a MF-Dowjones è atteso in queste ore il via libera di Banca d’Italia – sentita la Bce – per salire a circa l’80% del capitale dell’ex Fonspa. 

Attualmente il fondo che fa capo al finanziere americano Paul Singer, a seguito del recente aumento di capitale da 100 mln riservato, detiene il 40% dei diritti di voto della società guidata dal d.g. Iacopo De Francisco e presieduta da Panfilo Tarantelli e oggi focalizzata sul mercato dei non performing loans e dei crediti unlikely to pay. 

Elliott è sempre più protagonista delle cronache finanziarie italiane degli ultimi anni. Basti ricordare lo scontro con Hitachi su Ansaldo Sts (giunto oggi a conclusione con l’accordo per cedere alla società giapponese il 31,794% detenuto nell’azienda genovese) o la partita a scacchi giocata su Telecom Italia (dove il fondo di Singer ha imposto un board che vede la maggioranza di consiglieri indipendenti) fino alla rivoluzione portata al Milan di cui è diventato proprietario dopo essere subentrato a Mister Li che non era riuscito a onorare gli impegni. Ora il fondo si troverà alle prese con una partita non scontata: quella che vede come protagonista l’istituto di credito romano rilanciato negli scorsi anni da Tages. 

cce 

claudia.cervini@mfdowjones.it 

 

(END) Dow Jones Newswires

October 29, 2018 04:47 ET (08:47 GMT)