La Russia pianifica una serie di test missilistici in mezzo al “più grande esercizio militare della NATO dopo la Guerra Fredda”

Foto del profilo dell'utente Tyler Durden

Mentre 50.000 soldati della NATO si ammassano in Scandinavia per le esercitazioni militari annuali “Trident Juncture” dell’alleanza militare, un affare annuale che è stato ampliato per diventare il più grande esercizio della NATO dalla fine della Guerra Fredda in considerazione delle sempre più ostili ostilità con la Russia, sembra Il presidente Vladimir Putin ha deciso di flettere alcuni muscoli militari suoi.

Come riporta Radio Free Europe , la Marina russa ha avvertito la NATO che sta pianificando di testare missili nelle acque internazionali al largo della costa norvegese questa settimana. E mentre i missili che la Russia sta testando non sono della varietà ipersonica che la Russia sta pianificando di introdurre nei prossimi anni, i comandanti della NATO sicuramente colpiranno la decisione della Russia di contribuire a giustificare in futuro ancora più aggressivi dimostrativi di forza militare.

Russia

Per quello che vale, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha cercato di sminuire i test missilistici come parte delle attività di routine da parte dell’esercito russo.

“La Russia ha una presenza considerevole nel nord, anche al largo della Norvegia”, ha detto Stoltenberg all’agenzia norvegese NTB.

“Le grandi forze [russe] prendono parte alle manovre e praticano regolarmente”.

I funzionari russi non hanno immediatamente commentato i test missilistici pianificati, che sono tra le persistenti tensioni tra la NATO e la Russia, che hanno sequestrato la Crimea dall’Ucraina nel 2014 e appoggiano i separatisti in un conflitto in corso nell’Ucraina orientale, ma accusa l’alleanza di comportamenti provocatori vicino ai suoi confini.

Un portavoce di Avinor, l’organizzazione che gestisce gli aeroporti norvegesi e i servizi di navigazione aerea, ha detto a RFE che la Russia li ha informati dei test in un NOTAM (un tipo di “messaggio di routine” ai piloti sui potenziali pericoli lungo una rotta di volo). Le prove si terranno tra il 1 novembre e il 3 novembre a ovest delle città costiere di Kristiansund, Molde e Alesund.

Anche la Norvegia ha cercato di minimizzare l’importanza dei test missilistici russi.

“Non c’è nulla di drammatico in questo, lo abbiamo notato e seguiremo le manovre russe”, ha detto il ministro della Difesa norvegese Frank Bakke-Jensen.

Gli esercizi di Trident Juncture sono iniziati il ​​25 ottobre e dovrebbero passare il 7 novembre. Coinvolgeranno circa 50.000 soldati, 10.000 veicoli e più di 300 aerei e navi di tutti i 29 alleati della NATO, oltre a “non allineati” Finlandia e Svezia. Le esercitazioni si estenderanno dall’Atlantico settentrionale al Mar Baltico per testare la capacità dell’alleanza di rispondere a un attacco ai Paesi baltici (poiché gli Stati baltici diventano sempre più nervosi che la Russia possa tentare un’annessione simile a quanto accaduto in Crimea).

NATO

Gli esercizi seguono più di un anno gli esercizi Zapad, un’esibizione di forza simile senza precedenti da parte della federazione russa. Tali esercizi hanno coinvolto più di 100.000 truppe di terra, oltre a carri armati, aerei e artiglierie, mentre prevedevano anche il lancio di test di un missile balistico nucleare. E proprio il mese scorso, la Russia e la Cina hanno innervosito i membri della NATO tenendo i loro giochi di guerra “Vostok” congiunti.