Spaxs: da Cda ok a incorporazione inversa in Banca Interprovinciale

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

I Cda di Spaxs e di Banca Interprovinciale hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione inversa di Spaxs in Banca Interprovinciale. 

Contestualmente – spiega una nota – gli organi amministrativi delle due società hanno approvato l’invio a Banca d’Italia dell’istanza per l’approvazione della fusione stessa. 

La piena integrazione tra Spaxs e Banca Interprovinciale porterà alla scomparsa del veicolo spac, promosso allo scopo di dare vita a un nuovo modello di banca fortemente innovativa e specializzata la cui denominazione, al completamento della prospettata fusione, sarà illimity. 

SLa fusione completerà il processo di Business Combination iniziato lo scorso aprile con la sottoscrizione dell’accordo finalizzato all’acquisto di circa il 99,2% del capitale sociale della Banca, operazione approvata dall’assemblea di Spaxs dell’8 agosto scorso e perfezionata lo scorso 20 settembre. 

Al completamento della fusione, verranno messe a disposizione di illimity tutte le risorse raccolte da Spaxs lo scorso gennaio in sede di collocamento e conseguente quotazione all’im Italia. 

E’ altresì prevista la quotazione al Mta di Borsa Italiana di illimity, società risultante dalla suddetta fusione, al ricorrere delle condizioni e con i tempi tecnici necessari di cui sarà data informativa al mercato. 

“Con la fusione e la quotazione completeremo il progetto Spaxs che, dopo essere stato avviato a gennaio con la raccolta di 600 milioni di euro di capitale, si è poco dopo concretizzato con la selezione di Banca Interprovinciale come target della Business Combination”, ha commentato Corrado Passera, a.d. della futura illimity. “L’operazione è stata approvata a grande maggioranza dai nostri azionisti e ora puntiamo a completare la fusione tra Spaxs e la Banca e a quotare illimity sull’MTA in linea con le tempistiche del nostro piano”. 

com/cce 

 

(END) Dow Jones Newswires

October 31, 2018 04:25 ET (08:25 GMT)