Pil: Conte, Italia rallenta non per colpa nostra (CorSera)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

“L’Italia rallenta non per colpa nostra”. Lo ha detto in un’intervista al Corriere della Sera il premier Giuseppe Conte aggiungendo che attribuire al governo la responsabilità dei dati negativi sull’economia “è irragionevole e profondamente ingiusto”. 

“Gli effetti positivi delle nostre riforme – ha continuato – si vedranno a partire dal 2019. La nostra rivoluzione è appena iniziata. Abbiamo messo i primi tasselli, ma il lavoro da fare è tanto e ambizioso: vogliamo cambiare l’Italia da cima a fondo”. 

“Abbiamo un enorme potenziale di crescita e stiamo creando un clima favorevole agli investimenti. La nostra manovra, oltre a stanziare 15 miliardi aggiuntivi per gli investimenti nel prossimo triennio, contiene un ampio programma di riforme strutturali e di semplificazione che andrà a beneficio di tutti gli operatori economici. Renderemo l’Italia un Paese dove è più semplice fare impresa ed investire. Nella manovra abbiamo creato una struttura ad hoc che gestirà investimenti pubblici e privati, si chiamerà Investitalia e sarà il cantiere attraverso cui cambieremo in meglio questo Paese. La “squadra Italia” ha tutte le carte in regola per riuscire nella sfida”, ha continuato. 

“Con le politiche economiche impostate in precedenza se il ciclo economico era favorevole risultavamo il fanalino di coda europeo, se era negativo sprofondavamo in piena recessione. E proprio per questa ragione che ci siamo convinti che la ricetta perla nostra economia debba essere responsabile sì, ma espansiva”, ha concluso. 

pev 

 

(END) Dow Jones Newswires

November 01, 2018 03:24 ET (07:24 GMT)