Che cosa sta facendo la General Electric per schivare la domanda: “Quando GE presenterà il fallimento?”

zerohedge.com 3.11.18

Scritto da Wolf Richter tramite WolfStreet.com,

La grandine dei downgrade a due notch non aiuta.

Lupo qui : Le azioni di General Electric [ GE ] sono scese di oltre il 3% questo splendido venerdì mattina, scambiando a $ 9,20. Se chiudessero a questo livello, avrebbero segnato un nuovo minimo di chiusura di nove anni. Le azioni sono in calo del 52% da inizio anno:

La chiusura più bassa dagli anni ’90 è stata di $ 6,66 il 5 marzo 2009, durante la crisi finanziaria. Ricordo bene: la mattina dopo, l’amministratore delegato Jeff Immelt era a CNBC, di proprietà della NBC, che all’epoca era di proprietà di GE. E Inmelt stava ipotizzando che le azioni della GE sulla stazione televisiva di GE gli avessero concesso un enorme intervallo di tempo, e il prezzo delle azioni, mostrato in modo visibile sullo schermo, si aggiornava con ogni parola che pronunciava.

Immelt era anche nel  Consiglio di amministrazione della Fed di New York , che a quel tempo stava implementando la zuppa alfabetica della Fed di  programmi di salvataggio  per banche, società industriali con divisioni finanziarie, fondi del mercato monetario, banche centrali estere (linee di swap in dollari), e simili. Ciò includeva un pacchetto di salvataggio per GE sotto forma di prestiti a breve termine, senza il quale GE avrebbe potuto avere difficoltà a fare buste paga perché il credito si era congelato e GE era stata dipendente dal prendere a prestito nel mercato cartaceo aziendale per soddisfare i suoi bisogni, e all’improvviso non poteva ‘t. Immelt è stato coinvolto in queste decisioni di salvataggio e sapeva cosa avrebbe ottenuto GE, ma non ha menzionato nulla su CNBC.

Ora Immelt è scomparso da GE (si è dimesso nel 2017 “prima del previsto”), e se n’è andato dalla Fed di New York ( dimesso nel 2011  “a causa delle crescenti richieste in questo momento”), e CNBC non appartiene più a GE, e il nuovo amministratore delegato sta tentando furiosamente di mantenere l’intera sciarada a spirale completamente fuori controllo sperando di essere in grado di schivare la domanda: “Quando riempire file GE per bancarotta?”

Di seguito sono alcune delle cose che GE sta facendo per evitare quel destino.

Di  Leonard Hyman e Bill Tilles  per  WOLF STREET :

General Electric – una volta la più formidabile azienda manifatturiera del mondo e ora uno dei conglomerati più mal gestiti del mondo – ha subito più indignazioni finanziarie questa settimana : i suoi rating obbligazionari sono stati colpiti da declassamenti a due livelli due-notch: oggi da Fitch Ratings, da A a BBB + a causa del “deterioramento di GE Power”; e all’inizio di questa settimana da Moody’s, da A2 a BAA1. Ciò segue una mossa simile da parte di Standard & Poor’s all’inizio di ottobre.

Le agenzie di rating hanno anche declassato il programma di commercial paper (CP) della società, una forma di prestito a breve termine. Moody’s ha tagliato le valutazioni CP di GE da P-1 a P-2. I nuovi rating CP inferiori impediscono efficacemente GE di emettere ulteriori CP. Tuttavia, GE mantiene ancora l’accesso ad altri veicoli di finanziamento a breve termine finanziati con le banche. Ma ancora, non una buona occhiata.

Anche questa settimana, GE ha praticamente eliminato il suo dividendo trimestrale, tagliandolo da 12 cent a un penny. Un titolo tematizzato di Halloween potrebbe leggere “Boston Slasher colpisce ancora”. Un anno prima il consiglio di amministrazione di GE ha votato per tagliare il suo dividendo da 24 cent a 12 centesimi.

A nostro avviso, la precedente riduzione del dividendo è stata meglio anticipata rispetto a quella più recente. Perché il frettoloso bisogno di un taglio la scorsa settimana? Probabilmente per motivi di conservazione del contante. GE ha bisogno di 3,9 miliardi di dollari in contanti risparmiati all’anno per soddisfare esigenze finanziarie come 5 miliardi di dollari richiesti per un fondo pensione sottofinanziato e 3 miliardi di dollari per sostenere la capitalizzazione del braccio finanziario di GE (o ciò che rimane di esso).

GE richiede anche considerevoli liquidità per ritirare il debito esistente. Uno degli obiettivi finanziari dichiarati da GE è quello di migliorare i rapporti debito-EBITDA (guadagni prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento) a 2,5 volte entro il 2020. Nel clima attuale, potremmo fare riferimento a questo come segnale di virtù. Tranne che qui l’obiettivo principale di GE è mantenere i suoi rispettabili rating delle obbligazioni investment-grade.

L’onere del debito che il management di GE sta attualmente affrontando deriva da una strategia di indebitamento pesante per fusioni e acquisizioni nell’ultimo decennio. Il più grande (e probabilmente il peggiore) è stato l’acquisto del produttore francese di apparecchiature elettriche Alstom nel 2015, in cui GE ha superato la rivale di Siemens. GE ha pagato il miglior dollaro proprio mentre il mercato delle apparecchiature elettriche ha iniziato una brusca scivolata. Questa acquisizione è stata recentemente svalutata di $ 22 miliardi, riflettendo le prospettive piuttosto sottomesse per la generazione di energia globale. Parliamo della maledizione del vincitore.

Per raccogliere liquidità e semplificare la propria attività, GE ha organizzato la vendita di GE Transportation (locomotive, motori elettrici e sistemi di propulsione per attrezzature minerarie, ecc.), Piani per dismettere la propria attività di servizi petroliferi Baker Hughes e intende effettuare la ricollocazione (mantenendo il controllo) la sua divisione di servizi sanitari redditizi.

La divisione energia sarà suddivisa in due attività: turbine a gas e tutto il resto. Quest’ultimo sforzo strategico è probabilmente quello che più si trova nella misura in cui è di circa due decenni troppo tardi. Una vera casa costruita da Edison avrebbe snocciolato le organizzazioni fossili vs rinnovabili e avrebbe permesso ai mercati di risolvere il problema.

Come ha fatto GE a entrare nel caos attuale e come è riuscito a perdere il punto di svolta in un business che era solito dominare? Nonostante i recenti commenti denigratori sui casi studio di Harvard, riteniamo che questo sia qualcosa che i professori delle scuole di business potrebbero voler esaminare. Ma è storia. Per coloro che lavorano nel settore dell’energia, gli acquirenti e gli utenti dell’attrezzatura, qual è il messaggio?

In primo luogo, la produzione di turbine a gas per la generazione di energia elettrica è diventata un oligopolio. Tre fornitori dominano il mercato: Mitsubishi Hitachi (in netto vantaggio), Siemens, e infine GE. Gli oligopolisti quasi per definizione tendono a rispettarsi a vicenda, il che significa che non si impegnano in qualcosa che assomiglia a una concorrenza robusta. Ma con una prospettiva aziendale incerta, potrebbero essere riluttanti a investire più denaro nelle loro attività. Un effetto quasi immediato è una riduzione della spesa in ricerca e sviluppo che crea una sorta di anello di feedback che alla fine indebolisce il posizionamento del prodotto contro la nuova tecnologia.

I produttori potrebbero obiettare che l’attività si ridurrà al minimo, che si verificherà un’inversione di tendenza. E i ricavi derivanti dalla manutenzione delle apparecchiature esistenti forniranno comunque un flusso costante di attività. Non siamo in disaccordo con questi pronostici. Le energie rinnovabili non forniranno ogni nuovo chilowatt di capacità e le turbine a gas saranno comunque necessarie per il backup delle energie rinnovabili.

Ma dobbiamo anche essere consapevoli che a lungo termine la concorrenza per le turbine a gas non proviene da fonti rinnovabili, ma da dispositivi di memorizzazione come le batterie. In termini di allocazione del capitale, scommetteremmo sul fatto che c’è molto più denaro che insegue le tecnologie di immagazzinamento dell’energia di quanto non stiano inseguendo gli investimenti nella tecnologia delle turbine a gas.

GE, sotto la sua nuova gestione e il nuovo CEO, Lawrence Culp, potrebbe risorgere come un conglomerato manifatturiero ben gestito dopo aver pagato gli obblighi di debito e rinforzando i suoi obblighi pensionistici. I gruppi aeronautici e sanitari (anche dopo la disposizione di alcune azioni) sono grandi e redditizi. E Baker-Hughes, nonostante il suo status indefinito, potrebbe ancora sorprendere al rialzo a seconda dei prezzi energetici globali.

Tuttavia, Power, nonostante il suo declino a livello mondiale, è ancora la principale attività di GE. Una nuova gestione potrebbe riuscire a far crescere il business delle turbine a gas (o forse meglio gestirne il lento declino). Ma per noi il taglio del dividendo simboleggia il ruolo di svanire di GE in un business che ha letteralmente creato.  Di  Leonard Hyman e Bill Tilles  per  WOLF STREET

La crisi finanziaria era un decennio fa. Ma le sue conseguenze ci perseguitano ancora. Leggi …  Mi è stato chiesto: “Come e quando avverrà la prossima crisi finanziaria?”  
 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...