Governo: Mulè, Salvini stacchi spina e torni con noi (Stampa)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

“Sulla prescrizione e sulla sicurezza, quando si va alla radice dei problemi escono fuori le identità: quella manettara e ottusa dei 5 Stelle e quella garantista dalla Lega. Mi pare che Salvini si stia accorgendo che questo è un Governo contro natura. E sa anche che è possibile cambiare e mettere in piedi un vero Governo di centrodestra”. 

Giorgio Mule, portavoce dei gruppi di Forza Italia, osserva con attenzione il dibattito dentro la maggioranza gialloverde e, intervistato dalla “Stampa”, sottolinea come “la prescrizione che vuole il M5S equivale a un ergastolo processuale a vita. Una follia e non mi stupisce che la Lega intenda fermare questa operazione ispirandosi ai minimi criteri del garantismo”. 

“Non si tratta di un garantismo peloso – prosegue Mulè -, al contrario i 5 Stelle vogliono solo dare in pasto qualcosa al popolo per far dimenticare le continue umiliazioni che subiscono: dal Tap al Terzo valico, ogni volta che la loro propaganda si scontra con la realtà cadono i totem. Di Maio sembra la Dea Kali, non gli bastano le mani per tappare tutti i buchi nel suo partito”. 

Sul decreto sicurezza invece il Movimento è diviso. Voi siete pronti a sostenere il provvedimento simbolo di Salvini? “È un altro tema su cui si ritrova l’identità del centrodestra, la sua radice. Se ci fosse un percorso normale saremmo pronti a fare la nostra parte, ma non voteremo mai la fiducia a questo Governo”, replica Mulè. 

“Dopo il 4 marzo il centrodestra è già maggioranza relativa in questo Parlamento – sottolinea Mulè -. Salvini sa che, in ogni momento, può staccare la spina al governo Conte: ci sono una coalizione e un programma pronti a trovare spazio”. Senza passare dalle elezioni? “Ci sono i numeri alla Camera e al Senato per un Esecutivo diverso da questo”. 

“Mancano 50 deputati – ammette l’esponente di FI -, sono convinto che si possano trovare. L’importante è chiudere questo film dell’orrore, e iniziarne un altro. Se Conte cade, si può fare quel tentativo che non fu fatto dopo il 4 marzo: un Governo a guida centrodestra. Sono convinto che ci sarebbero parlamentari del Pd, ma anche del MSS, pronti a dare una mano per salvare il Paese dal baratro”. 

E a votare un governo a guida Salvini? “Lui è il leader del centrodestra, ma non è scontato che a fare il premier sarebbe lui – conclude Mulè -. Chi avrebbe mai immaginato che a palazzo Chigi sarebbe arrivato Giuseppe Conte?. Matteo è come la Bella addormentata, aspetta solo un bacio per rinsavire”. 

gug 

 

(END) Dow Jones Newswires

November 06, 2018 02:30 ET (07:30 GMT)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...