JPMorgan Gold-Spoofer ammette “Manipolazione dei mercati dei metalli preziosi” per anni

zerohedge.com 6.11.18

C’è stato un tempo in cui la menzione più semplice della manipolazione dell’oro nei media “rispettabili” era sufficiente per avere un marchio perpetuo teorico della cospirazione con una fattoria di carta stagnola sul retro. Questo è stato approssimativamente coincidente con un momento in cui Libor, FX, mutui e manipolazione del mercato obbligazionario erano considerati impensabili, quando si riteneva che i commercianti ad alta frequenza “fornissero liquidità”, o quando si diceva che il mercato azionario non fosse manipolato dalla Fed, e quando i media sempre confusi, sempre pronti a prendere concetti finanziari “complicati” al valore nominale fissato da un istituto autonomo, non hanno mai osato mettere in discussione nulla.

Ora è cambiato …

In quello che potrebbe essere il primo grande trader di lingottieri che viene pulito, un ex trader di metalli preziosi di JPMorgan ha ammesso di aver ingaggiato uno schema di spoofing di sei anni che ha frodato gli investitori in contratti futures su oro, argento, platino e palladio .

John Edmonds, 36 anni, di Brooklyn, New York, si è dichiarato colpevole sotto il sigillo il 9 ottobre nel distretto del Connecticut a frodi su merci, cospirazione per commettere frodi telematiche, manipolazione dei prezzi delle materie prime e spoofing . Come nota la Giustizia in una dichiarazione:

” Dal 2009 al 2015, John Edmonds si è impegnato in uno schema sofisticato per manipolare il mercato dei contratti future su metalli preziosi per il proprio guadagno, collocando ordini che non sarebbero mai stati destinati a essere eseguiti“, ha detto il procuratore generale Benczkowski. 

“La Divisione Criminale si impegna a perseguire coloro che minano la fiducia del pubblico investitore nell’integrità dei nostri mercati delle materie prime attraverso lo spoofing o qualsiasi altra condotta illegale”.

Come abbiamo notato in precedenza, le menti curiose non chiedono solo come viene manipolato il mercato dell’oro, ma in realtà forniscono risposte .

FBI Assistant Director in carica Sweeney. ha spiegato che “con la sua dichiarazione di colpevolezza, Edmonds ha ammesso che intendeva introdurre informazioni materialmente false e fuorvianti nei mercati delle materie prime”.

” Cospirando con i suoi partner commerciali per effettuare ordini di spoofing, ha palesemente tentato di trarre profitto da un mercato ingiusto che ha contribuito a creare. L’FBI continuerà a collaborare con i nostri partner per assicurare che i mercati finanziari restino condizioni di parità per tutti gli investitori “.

Edmonds ed i suoi colleghi commercianti di metalli preziosi della Banca ordinarono regolarmente ordini di contratti futures su metalli preziosi con l’intento di cancellare quegli ordini prima dell’esecuzione (gli Ordini di Spoof) , ammise. 

Questa strategia commerciale era destinata a iniettare informazioni di liquidità e di prezzo materialmente false e fuorvianti nei mercati dei contratti a termine su metalli preziosi collocando gli Ordini di spoofing per ingannare gli altri partecipanti al mercato sull’esistenza dell’offerta e della domanda. 

Gli Ordini parodia miravano a spostare artificialmente il prezzo dei contratti futures sui metalli preziosi in una direzione favorevole a Edmonds e ai suoi co-cospiratori presso la Banca, a scapito degli altri partecipanti al mercato. 

Ammettendo la sua colpevolezza, Edmonds ha ammesso di aver appreso questa ingannevole strategia di trading da parte di più importanti trader della Banca, e ha personalmente implementato questa strategia centinaia di volte con la conoscenza e il consenso dei suoi diretti superiori.

La giustizia descrive una tale “parodia” avvenuta il 12 ottobre 2012

“Edmonds ha eseguito consapevolmente lo schema e l’artificio trasmettendo e facendo trasmettere a un server CME Group un’offerta di vendita di circa 402 contratti futures in argento (” Ordine di spoofing “), con l’intento, al momento dell’iscrizione dell’offerta, di annullare l’offerta prima che potesse essere eseguita, che rappresentava fraudolentemente lo stato del mercato, in modo che Edmonds potesse acquistare circa 6 contratti futures d’argento ad un prezzo inferiore a quello di mercato.

Lo “Spoof Order” di Edmond ha indotto gli altri partecipanti al mercato a reagire e scambiare a prezzi, quantità e tempi in cui altrimenti non avrebbero negoziato, ma per l’ordine di spoiler di EDMONDS. “

 

Tuttavia, non è come se la “manipolazione” si fermasse mai: uno sguardo all’azione dei prezzi “dispari” quasi ogni giorno intorno al tempo della Fix londinese chiarisce, è tutto fuorché un mercato “normale” …

Daremo al procuratore americano Durham l’ultima parola (tenendo presente il grafico precedente):

“L’indagine sulle pratiche commerciali ingannevoli da parte di altri soggetti coinvolti in questo schema è in corso.”

Il DoJ conclude la sua dichiarazione con quanto segue: “Le persone che credono di essere una vittima in questi casi dovrebbero visitare il sito web del Testimone delle vittime di frode   per ulteriori informazioni.”