B.Carige: Schema Volontario propone accollo subordinato per 320 mln

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Il Fondo Interbancario si farà carico di 320 milioni di euro massimi del nuovo bond subordinato Tier2 che Banca Carige emetterà nei prossimi giorni. 

E’ quanto si legge in una nota dell’istituto di credito ligure, nella quale viene inoltre specificato che tale misura si inserisce nel contesto di un’operazione di rafforzamento patrimoniale di Carige che punta a ristabilire i coefficienti patrimoniali, nell’ambito di un piano più ampio di risanamento e di rilancio. 

Nel dettaglio, l’operazione di rafforzamento patrimoniale si articola in due parti distinte, vale a dire l’emissione di obbligazioni subordinate Tier 2 e un successivo aumento di capitale. Nel loro insieme, le due manovre ammontano a un massimo di 400 milioni di euro. 

Per quanto riguarda il primo aspetto, il Cda ha approvato l’emissione di bond subordinati per un ammontare complessivo compreso tra 320 e 400 milioni. 320 milioni verranno sottoscritti come detto dallo Schema Volontario di intervento del Fondo Interbancario di Garanzia, che il 30 novembre terrà un’assemblea per licenziare la manovra. La sottoscrizione vera e propria della nuova carta avverrà poi a stretto giro. 

I restanti 80 milioni di titoli convertibili saranno collocati presso investitori privati – compresi eventuali azionisti – che in caso di manifestazioni d’interesse per un ammontare superiore potranno sottoscrivere fino a 200 milioni di euro, riducendo dunque l’impegno dello Schema Volontario. 

La sottoscrizione del bond subordinato di 320 milioni consente a Carige di raggiungere il 13,1% di Overall Capital Requirement. Ad aumento di capitale avvenuto, inoltre, il Total Capital Ratio pro-forma sarà pari al 13,6% e il Cet1 Ratio al 13,5%. 

Il rafforzamento consente all’istituto guidato da Fabio Innocenzi di riprendere da subito il cammino di una ordinaria operatività, completare il processo di derisking avviato negli ultimi mesi e predisporre le condizioni utili per mettere la banca in condizione di valutare, a operazione conclusa, le eventuali operazioni di aggregazione. 

Nel rafforzamento, Ubs ha agito come advisor di Carige per gli aspetti finanziari e Gatti Pavesi Bianchi per i rilievi legali. 

com/ofb 

 

(END) Dow Jones Newswires

November 12, 2018 12:21 ET (17:21 GMT)