Carige, Malacalza pronto a un nuovo attacco

Rosario Murgida finanzareport.it 16.11.18

L’imprenditore vicentino, penalizzato dalle perdite del suo continuo investimento nella banca, intende contestare i nuovi buchi di bilancio che hanno determinato la necessità di un nuovo rafforzamento patrimoniale


La famiglia Malacalza, guidata dall’impenditore piacentino Vittorio, è pronta a sferrare un nuovo attacco a Carige.

Lo scrive La Stampa sottolineando come i Malacalza non abbiano gradito il buco da 257 milioni emerso nei bilanci della banca ligure a causa di nuove rettifiche che ha determinato l’esigenza di procedere con un nuovo rafforzamento patrimoniale e spinto la famiglia a fare un passo indietro rispetto al sostegno sempre garantivo a favore di precedenti ricapitalizzazioni.  

I Malacalza hanno infatti deciso di non sottoscrivere il bond da emettere entro fine mese per un valore massimo di 400 milioni e pertanto hanno intenzione di contestare la mancanza di informazioni complete e corrette agli azionisti e di prendere tempo prima di sciogliere le riserve sull’adesione all’aumento di capitale funzionale al rimborso del prestito. La Stampa parla di due condizioni poste dalla famiglia: che la banca ricorra alla magistratura e alle autorità di vigilanza per tutelarsi nei confronti dei precedenti amministratori e che venga predisposto un piano “chiaro e convincente” di rilancio della banca da parte di quel nuovo management nominato comunque su loro indicazione nell’ultima assemblea. 

Intanto a Piazza Affari il titolo Carige è colpito ancora una volta dalle vendite: alle 9,40 perde infatti il 5,26%.