Banche venete: accesso al fondo anche per le aziende e ditte artigiane

Rainews.it 17.11.18

C’è un’importante novità nell’emendamento presentato dal sottosegretario Bitonci alla legge di bilancio che regola il fondo di ristoro per i risparmiatori che hanno perso somme ingenti con il crac delle banche venete. Al fondo potranno accedere anche le società non finanziarie (aziende ma anche ditte artigiane) messe in ginocchio proprio dalla crisi delle popolari venete.
La cabina di regia che raccoglie 10 associazioni (tra cui l’udinese consumatori attivi) ha valutato positivamente gli emendamenti che recepiscono in parte quelli suggeriti dalle stesse associazioni. Su alcuni aspetti – accesso per i vecchi azionisti della popolare udinese e definizione della somma liquidata come acconto che potrà essere ulteriormente incrementato – sono state chieste ulteriori specificazioni.
La cabina di regia dei consumatori ha anche chiesto di consentire l’accesso al fondo a quei risparmiatori che lo avevano acquistato da intermediari ora in liquidazione, come appunto le banche venete