B.Carige: Malacalza non svaluta la quota (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

La messa in liquidazione di Omba Impianti & Engineering 

(Ie), specializzata nella fabbricazione di strutture metalliche e parti 

assemblate di strutture) pesa sui conti di Hofima, holding della famiglia 

Malacalza, molto più del massiccio investimento in Banca Carige, e la 

dinastia apre. 

Lo testimonia, scrive MF, il bilancio 2017 della cassaforte presieduta 

da Vittorio Malacalza, la cui famiglia ha deciso di riportare 

integralmente a nuovo la perdita di 5,3 milioni segnata lo scorso anno. Il 

passivo, che si confronta con l’utile di 8,3 milioni del precedente 

esercizio, si deve esclusivamente alla svalutazione di 11,3 milioni che ha 

colpito Omba Ie, messa in liquidazione a fine 2017, partecipata al 50% e 

il cui write-off ha azzerato il valore della quota. Tuttavia anno su anno 

il valore delle partecipazioni è salito da 70 a 80,3 milioni grazie ai 13 

milioni che Hofima ha versato in conto capitale alla controllata Hofima 

Real Estate, ora in carico a 48,2 milioni, per acquisire un immobile a 

titolo di investimento durevole. 

La relazione sulla gestione spiega che la partecipazione in Banca Carige 

è stata mantenuta al costo d’acquisto, 377 milioni, nonostante la forte 

minusvalenza potenziale rispetto agli attuali prezzi borsistici 

-considerando la possibile ripresa delle quotazioni dell’istituto oggi 

guidato da Pietro Modiano e Fabio Innocenzi, scelti da Malacalza. 

red/cce 

 

(END) Dow Jones Newswires

November 20, 2018 02:12 ET (07:12 GMT)