Generali Ass.: Donnet, Citylife simbolo trasformazione per città e gruppo

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

“Benvenuti a Citylife, un bellissimo progetto architettonico che è uno dei simboli della trasformazione di Milano e della compagnia assieme alla città”. 

Con queste parole il Group Ceo di Generali Ass., Philippe Donnet, ha avviato oggi i lavori dell’Investor Day di gruppo, nel corso del quale è stato alzato il velo sul nuovo Piano strategico al 2021. 

L’incontro si tiene all’interno del Palazzo delle Scintille, una delle poche strutture – inglobata in Citylife – che sono state preservate nell’ambito del progetto di sviluppo della zona. Il perimetro d’intervento ha riguardato un’area di 366.000 metri quadrati di superfici complessive su cui in origine sorgeva la Fiera Campionaria e ha rappresentato una delle aree di intervento urbanistico più grandi d’Europa. 

Nel centro dello sviluppo sono sorte la Torre Allianz, progettata dall’archistar Arata Isozaki con Andrea Maffei, che è l’edificio più alto d’Italia (202 metri di altezza per 50 piani, circa 50.000 mq di superficie ad uso uffici) e la Torre Generali (170 metri di altezza per 44 piani), progettata da Zaha Hadid e diventata quartier generale della compagnia triestina. E’ infine in fase di costruzione una terza torre, progettata da Daniel Libeskind (175 metri per 31 piani), destinata a diventare entro il 2020 la sede milanese di PwC Italia. 

Attraverso la controllata Properties, le Generali erano inizialmente uno dei soci promotori dell’iniziativa, all’interno del consorzio Citylife che nel 2004 si era aggiudicato la gara indetta da Fiera Mi. per la riqualificazione dell’area. La compagine dei soci comprendeva anche Ras (oggi confluita in Allianz), Progestim (FonSai, nel frattempo rilevata da Unipol), Lamaro Appalti e il developer spagnolo Grupo Lar, quote che il Leone ha via via ricomprato fino a diventare proprietario al 100% dell’area. 

ofb 

 

(END) Dow Jones Newswires

November 21, 2018 08:36 ET (13:36 GMT)