Salvini prende il controllo del futuro dell’Europa (e l’angolo di Goldman)

zerohedge.com 26.11.18

Scritto da Tom Luongo,

Il Vice Primo Ministro Matteo Salvini si è appena dichiarato il leader del futuro dell’Europa.  Rifiuta di spostare di un pollice le trattative con l’Unione Europea sul budget italiano,  minacciando di abbattere il governo .

E nel farlo non parla solo per gli italiani, ma sta parlando per quella parte crescente della popolazione europea che vede in che cosa si sta trasformando l’UE e si ritira inorridito.

Le proteste in Francia sulla nuova tassa di Emmanuel Macron sul gasolio sono diventate violente. La leadership britannica ha completamente tradito le persone rispetto alla Brexit. Potrebbero vincere questa battaglia ma l’animosità verso la leadership britannica diventerà sempre più virulenta nel tempo.

Mentre la leadership di base in Francia e Germania svanisce in popolarità, mantenuta in vigore a causa di un litigio politico interno, Angela Merkel e Macron stanno aumentando la retorica contro il crescente nazionalismo che Salvini rappresenta e stanno ora facendo pressione per la loro Federazione d’Europa prima di entrambi lasciare la scena nei prossimi anni, nel migliore dei casi.

Se perdono le loro battaglie con Salvini e l’ungherese Viktor Orban, potrebbero essere senza mandato con forconi e marchi di fuoco.

Bernard Connelly, autore del brillante esporre  The Rotten Heart of Europe  (che dovrebbe essere richiesto di leggere) pone la questione saliente sulla Brexit che nessuno può associare a Project Fear.

Se la separazione dall’UE è così complicata, perché nessuno ha parlato di blocchi e di catastrofi economiche prima del referendum sull’indipendenza scozzese nel 2014?

La risposta è semplice Nessuno al potere si aspettava che il referendum passasse e quando non si risolveva il problema.

Ora, torniamo in Italia.   

Salvini può fare queste audaci minacce perché la sua Lega continua a crescere nei sondaggi ogni volta che le fa.

Da Zerohedge:

Da allora, Salvini ha continuato a portare avanti Luigi Di Maio, l’altro vice premier del paese, come il volto pubblico dell’opposizione dura all’UE. Il partito della Lega Salvini è salito al 36,2% nelle intenzioni degli elettori a novembre, il quarto sondaggio rettilineo mostra un aumento, secondo un sondaggio Ipsos sul quotidiano Corriere della Sera. Five Star, che è emerso come il più grande partito unico nelle elezioni generali di marzo, è scivolato al 27,7% questo mese, dal 28,7% di ottobre.

E questo mette Salvini esattamente dove vuole essere, al posto di guida, dirigendo lo spettacolo con Bruxelles sul futuro dell’Italia.

Ma non è solo il futuro dell’Italia per cui gioca. Sa che l’Italia è ormai il portabandiera della resistenza alla forza particolarmente odiosa della tecnocrazia europea. Ha pedalato dolcemente la questione di  Italeave  sulla scia della campagna perché era una buona politica.

Una volta in ufficio, lui e il suo socio M5S, Luigi Di Maio, sono andati avanti a tutto vapore con un pacchetto economico in cui si erano realizzate le promesse della campagna in parti uguali e un pollice nell’occhio di Merkel.

Salvini ha dichiarato con Orban di sviluppare una “lega di leghe” per assaltare la Bastiglia del Parlamento europeo nelle elezioni di maggio.

E più lo fa, più diventa popolare.

Ma, cosa più importante, più lui e Di Maio restano attaccati ai loro fucili, più gli italiani vengono a vedere Bruxelles come il nemico del loro futuro. E non fare errori, stanno guardando come Theresa “Gypsum Lady” May stia consegnando una Brexit degli incubi di tutti ai britannici e sta diventando più desiderosa di affrontare la temuta “incertezza” che si rompe con la rappresentanza dell’UE.

Quindi Salvini, minacciando di abbattere il governo di cui è attualmente il  leader di fatto  , è una dichiarazione di guerra contro Bruxelles e il resto dell’establishment politico italiano che proverà a lavorare contro di lui nei colloqui di bilancio e debito.

La Lega è attualmente il partner minore del governo italiano. Le elezioni improvvise potrebbero facilmente vedere il partito al top 40% dei voti e avere un mandato popolare quasi insormontabile per adottare l’approccio conflittuale a Bruxelles e spaventare i suoi partner della coalizione, M5S, a seguirlo.

Questa è un’importante mossa di Salvini, e se avrà successo diventerà un parafulmine per gli euroscettici in tutta Europa per rompere con il Merkelismo e il consolidamento del potere intorno alla Germania all’interno dell’UE.

I problemi del debito italiano non sono risolvibili all’interno dell’euro. Salvini lo capisce. Il più grande ostacolo ai suoi piani sono gli stessi italiani. Devono arrivare alla conclusione che il dolore a breve termine di lasciare l’euro merita i benefici a lungo termine.

Non so se Salvini abbia reso quel caso abbastanza chiaro per loro fino a questo punto, ma questo è assolutamente quello che dovrà fare. È qualcosa in cui Theresa May ha rifiutato di approvare qualsiasi versione della quale è il motivo per cui ha permesso ai colloqui Brexit di produrre un accordo che era peggiore di quello che la Gran Bretagna ha già come membro a pieno titolo dell’UE.

L’angolo di Goldman

Ed ecco dove ho intenzione di cambiare marcia su di te un po ‘. Perché è qualcosa che dobbiamo tenere d’occhio . C’è qualcosa di serio nella produzione di Goldman-Sachs.  Martin Armstrong è stato in tutto il potenziale wipeout di Goldman come parte della crisi del debito sovrano europeo.

Dato che ora abbiamo 3 paesi che applicano accuse e / o cause legali contro Goldman Sachs, sembra che questo segnerà l’inizio della fine per l’azienda. Quando l’euro si incrina, saranno anche accusati del loro ruolo in Grecia e nel resto d’Europa. Non dimenticare che Mario Draghi è anche l’ex Goldman Sachs. Quando l’Euro si spezzerà, ci sarà un microscopio applicato a ogni comunicazione che sia mai stata effettuata tra Draghi e Goldman Sachs. Ogni commercio che hanno portato a termine sarà ispezionato con i suoi tentacoli nel mercato obbligazionario europeo.

L’attuale scandalo multi-paese che coinvolge il fondo 1MDB della Malesia ei membri senior di Goldman lasciano posizioni di potere, dall’ex CEO Lloyd Blankfein all’ex consulente economico Trump Gary Cohn Il futuro dell’Europa è direttamente collegato all’accesso e all’abuso di potere di Goldman nel corso della passata generazione.

Ed ora le dimissioni di Andrea Vella Goldman, co-responsabile Asian Investment Banking. Il marciume all’interno del governo Goldman Sachs scorre in profondità. La distruzione di Greec consisteva nel proteggere Goldman.

E anche se non c’è un angolo di Goldman direttamente correlato alla situazione bancaria e del debito dell’Italia, che dubito molto, ricordo l’ex Primo Ministro Mario Monte, che è stato installato per impedire a Silvio Berlusconi di ritirare l’Italia dall’euro nel 2011.

Sono d’accordo con Armstrong sul fatto che sarebbe un bene per il presidente Trump liberare il suo gabinetto dalle vestigia della banda di Goldman, in particolare dal segretario al Tesoro Steve Mnuchin, per non rimanere coinvolto in questo stile di senso di colpa.

Perché non pensare per un secondo che Salvini non sappia quale sia la vera storia dietro il debito italiano e chi è ferito peggio esponendolo alle vicissitudini del mercato. A questo punto sta sfidando Draghi a smettere di sostenere i rendimenti dei titoli italiani.

Lascia che i rendimenti aumentino. Scopriamo chi c’è dietro le banche italiane insolventi che nuotano nudi mentre la marea si scatena, la liquidità si prosciuga e l’intero mercato del debito europeo si blocca.

E se è di nuovo Goldman, allora aspettati la più grande battaglia per il futuro dell’UE. Se Salvini gioca bene,  Italeave e non Brexit diventa la chiacchierata per porre fine alla  spinta di Davos Crowd  per il controllo globale.