Npl: ora tocca alle banche piccole (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Finora a cedere crediti deteriorati sono state soprattutto le banche italiane medio-grandi che risultano ormai abbastanza avanti nel processo di derisking dell’attivo. 

In questi ultimi mesi però, scrive MF, si è intensificata anche l’attività degli istituti medio-piccoli che stanno scegliendo di muoversi insieme per strutturare le operazioni. Spesso infatti queste realtà non hanno una massa sufficiente a suscitare l’interesse degli investitori internazionali. 

Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, a breve otto istituti dovrebbero aderire al progetto multiseller promosso da Banca Akros (gruppo Banco Bpm ) su un portafoglio dal valore nominale fino a 300 milioni. L’idea di fondo è mettere a disposizione delle banche un’infrastruttura per cedere speditamente portafogli di crediti in sofferenza e utp sia ipotecari sia unsecured. 

Nel frattempo Jp Morgan ha appena cartolarizzato un portafoglio da 1,58 miliardi originato da 12 banche popolari e cinque spa. L’operazione è avvenuta nella modalità multi-originator e ha visto Cerved agire come master servicer e special servicer dell’operazione. Architettura simile dovrebbe avere il progetto che proprio in queste settimane Iccrea sta incardinando per il mondo del credito cooperativo. 

fch 

 

(END) Dow Jones Newswires

November 27, 2018 03:20 ET (08:20 GMT)