La curva dei rendimenti degli Stati Uniti è appena capovolta. È enorme.

Brian Chappatta Bloomberg.com 3.12.18

Cinghia Fotografo: Chris Ratcliffe / Bloomberg 

Brian Chappatta è un editorialista di Bloomberg Opinion sui mercati del debito. In precedenza ha coperto i titoli per Bloomberg News. È anche un noleggiatore CFA.Leggi altre opinioniSegui @BChappatta su TwitterCOMMENTI 50ASCOLTA L’ARTICOLO 03:20CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO Condividere Tweet Inviare E-mail

La curva dei rendimenti del Tesoro USA si è invertita per la prima volta in più di un decennio.

È un momento in cui il più grande mercato obbligazionario del mondo ha riflettuto negli ultimi 12 mesi. L’  anno scorso ho scritto intorno a Wall Street che era venuto giù con un caso di febbre appiattita, con sei degli 11 analisti che ho intervistato dicendo che la curva da due a 10 anni sarebbe invertita almeno per la fine del 2019. Non è così esattamente quello che è successo lunedì, sebbene quello spread abbia raggiunto il minimo dal 2007. Piuttosto, la differenza tra i rendimenti dei Treasury a tre e cinque anni è scesa sotto lo zero, segnando la prima parte della curva da invertire in questo ciclo.

The First Inversion

Dopo anni di appiattimento, la differenza di rendimento tra alcune note del Tesoro scende sotto lo zero

Fonte: Bloomberg

La mossa non è uscita dal nulla. In effetti, ho scritto una settimana fa che lo spread tra le note del Tesoro a breve termine stava correndo verso l’inversione , e Katherine Greifeld di Bloomberg News e Emily Barrett hanno notato la rottura fallita sotto lo zero di venerdì. Tuttavia, non mi aspettavo necessariamente che questo giorno arrivasse così presto. Gli strateghi dei tassi affermano da tempo che essere vicini non lo taglia quando si parla di una curva dei rendimenti invertiti e delle ben note implicazioni economiche che ne derivano, e cioè che lo spread tra i rendimenti del Tesoro a breve e lungo termine è sceso sotto lo zero davanti a zero di ciascuna delle ultime sette recessioni. 

È importante tenere a mente la cronologia tra l’inversione e i rallentamenti economici: non è istantanea. La curva dei rendimenti da tre a cinque anni è scesa sotto lo zero durante l’ultimo ciclo per la prima volta nell’agosto 2005, circa 28 mesi prima dell’inizio della recessione. Che questa sia la prima parte da capovolgere non è troppo sorprendente, considerando quanto i trader di obbligazioni scrutino si collocano sulle prospettive della Federal Reserve per gli aumenti dei tassi. Tutto ciò significa che la banca centrale probabilmente lascerà i tassi di interesse stabili, o addirittura taglierà un po ‘, nel 2022 o nel 2023. Direi che non è solo possibile, ma probabile, dato che siamo già in uno dei più lunghi espansioni nella storia degli Stati Uniti.

Clicca qui per un QuickTake sulla curva dei rendimenti

La domanda più interessante potrebbe essere il motivo per cui questa parte della curva dei rendimenti ha vinto la corsa all’inversione, piuttosto che lo spread tra i Treasuries a 7 e 10 anni, che sembrava destinato a scendere sotto lo zero all’inizio di quest’anno. Una delle ragioni potrebbe essere che la riduzione del bilancio della Fed sta esercitando una maggiore pressione sui titoli decennali rispetto alle scadenze più brevi, il che non è avvenuto durante i precedenti periodi di inversione. In effetti, i responsabili politici non hanno mostrato segni di allentamento di questa stretta di scena.

Oltre a ciò, il Dipartimento del Tesoro sta vendendo quantità crescenti di debito, il che incide in modo sproporzionato sugli obblighi più datati perché gli acquirenti devono considerare il rischio di durata che stanno assorbendo. Ricorda la curva da cinque a 30 anni, che è scesa sotto i 20 punti base a luglio? Lo spread è ora di circa 46 punti base, guidato da rendimenti obbligazionari a lungo termine ostinatamente più elevati. 

Dato il recente fulcro dei più importanti leader della Fed – Jerome Powell, Richard Clarida e John Williams – questo flirt con inversione tra le note del Tesoro a due, tre e cinque anni probabilmente non sta andando via. Il mercato obbligazionario si sta avvicinando rapidamente al punto in cui i commercianti devono chiedersi se un rialzo dei tassi ora aumenta le possibilità di un taglio in pochi anni. Altre domande includono “che cosa è neutrale?” E “la FED può pianificare un atterraggio morbido?”. Per non dire se la presunta relazione tra mercato del lavoro e aspettative di inflazione è ancora intatta.

Quelle sono grandi domande senza risposte facili, e la prima inversione della curva dei rendimenti USA offre solo un indizio. La Fed vuole essere più dipendente dai dati andando avanti. Le probabilità sono che il mercato faccia lo stesso. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.