Eni: citata con Shell da governo Nigeria per 1,09 mld usd

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Il Governo della Nigeria ha presentato una richiesta di 1,09 mld usd contro Royal Dutch Shell ed Eni a Londra, aprendo un nuovo fronte in una disputa di lunga data su un accordo petrolifero del 2011. 

La rivendicazione riguarda l’Ool 245, una licenza per un blocco petrolifero in mare acquistato da Shell ed Eni nel 2011. La Nigeria afferma che le due major si sono impegnate in atti di corruzione e cospirazione illegale. 

“Questa richiesta riflette la determinazione e gli sforzi in corso della Repubblica Federale della Nigeria per recuperare le somme molto significative perse per corruzione e attività illegale di Shell ed Eni nella transazione”, ha detto Tom Hibbert, avvocato del Governo nigeriano. 

L’accordo Opl 245 è già oggetto di un procedimento giudiziario in Italia e di un’indagine nei Paesi Bassi. Shell ed Eni hanno entrambi negato ogni accusa. 

Un portavoce di Shell ha ribadito che l’accordo è stato frutto di una transazione legale. “Dato che la questione è davanti al Tribunale di Milano, non sarebbe appropriato per noi commentare in dettaglio le nuove affermazioni che sono state fatte dalla Repubblica Federale della Nigeria. Tuttavia, sulla base del nostro esame del fascicolo del Procuratore di Milano e di tutte le informazioni e i fatti a nostra conoscenza, non crediamo che ci sia motivo di rispondere”, ha detto il portavoce. Eni non ha risposto a una richiesta di commento. 

red/est/gug 

 

(END) Dow Jones Newswires

December 13, 2018 11:51 ET (16:51 GMT)