Tim: Vivendi torna all’attacco (Mi.Fi.)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

La prima domanda che molti si sono fatti guardando l’elenco dei consiglieri del cda Telecom di cui Vivendi ha chiesto ufficialmente la revoca è stata «come mai non è presente il nome di Luigi Gubitosi?». Le risposte possibili sono molte: c’è chi sostiene che l’attuale ad non sia mai stato nel mirino dei francesi, chi spiega che le competenze dell’ex commissario straordinario di Alitalia siano al di sopra di ogni sospetto e chi più malizioso invece sostiene che effettivamente i rapporti tra Gubitosi e Vivendi stiano vivendo un momento più distensivo i cui corsi saranno legati alle posizioni del ceo nei confronti della separazione della rete. Resta agli atti un nuovo attacco al cda di Telecom. 

La lettera annunciata dal principale socio della compagnia di telecomunicazioni, si legge su Milano Finanza, è formalmente stata inviata e chiede la revoca di 5 consiglieri e la sostituzione di questi con 5 nuovi componenti (Flavia Mazzarella, Franco Bernabè, Gabriele Galateri di Genola, Rob van der Valk e Francesco Vatalaro). Nella relazione ai soci sull’istanza di una nuova assemblea, Vivendi ha attaccato in primis il presidente di Tim , Fulvio Conti che «mentre dichiarava fortemente la propria indipendenza», in realtà agiva «quale amministratore esecutivo orchestrando e guidando il golpe allo scopo di sostituire Amos Genish». 

In particolare Conti «in qualità di presidente, ha dapprima fatto sì che il cda discutesse i risultati dell’impairment test e la successiva svalutazione delle immobilizzazioni immateriali in una occasione inusuale quale quella dell’approvazione della relazione finanziaria trimestrale, opponendosi a che il consiglio discutesse del recovery plan predisposto dall’ad. Subito dopo ha convocato d’urgenza il consiglio per rimuovere Genish approfittando della sua assenza». Vivendi ha chiesto la revoca anche di Dante Roscini che, come «lead independent director, «è tenuto a rappresentare tutti gli amministratori indipendenti» mentre non avrebbe assicurato «un completo e tempestivo flusso informati 

red/fch 

 

(END) Dow Jones Newswires

December 17, 2018 03:20 ET (08:20 GMT)