Unipol B.: Mb, Credit Suisse e City al lavoro su nozze con Bper (fonti)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Saranno Mediobanca e Credit Suisse gli advisor delle possibili nozze di Unipol Banca con Bper. 

Le due banche d’affari, secondo quanto hanno riferito alcune fonti di mercato a MF-Dowjones, sono state scelte dal gruppo assicurativo bolognese che ha deciso di accelerare sul dossier dopo la massiccia operazione di pulizia sugli Npl effettuata nel giugno 2017 e proseguita anche nei mesi scorsi. Anche Citi sarà della partita, in appoggio alla banca guidata dall’a.d. Alessandro Vandelli. 

I due gruppi sono già nei fatti “vicini”, in quanto la compagnia ha un piede nell’istituto emiliano dal 21 giugno scorso, quando aveva acquistato una prima quota del 5,2% investendo circa 120 mln di euro. Unipol è successivamente salita al 15% di Bper e ha già in tasca l’autorizzazione del regolatore per spingersi fino alla soglia del 19,9%. 

Non è escluso che l’operazione relativa alle possibili nozze venga presentata nel quadro del Piano industriale che Vandelli e la sua prima linea stanno mettendo a punto e che verrà ufficializzato nei primi mesi del 2019. 

Alla fine dell’ottobre scorso, in occasione della conference call sui risultati finanziari, l’a.d. e d.g. di Unipol, Carlo Cimbri, aveva ammesso per la prima volta che Bper avrebbe potuto rappresentare concretamente “un’opzione” per il matrimonio della controllata Unipol Banca, ormai ripulita dalle poste deteriorate che l’avevano penalizzata negli anni passati. 

cce/ofb 

 

(END) Dow Jones Newswires

December 20, 2018 13:12 ET (18:12 GMT)