B.Carige: Bce in pressing su Malacalza (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Mentre in borsa il titolo è caduto del 18% con diverse sospensioni per eccesso di ribasso, ieri la Bce ha tentato di fare chiarezza sulla governance di Carige. 

I vertici della cassa genovese e della Malacalza Investimenti (primo socio al 27% e rappresentata ieri da Mattia e Davide Malacalza), scrive MF, hanno incontrato in due meeting separati i responsabili della vigilanza europea dopo il clamoroso flop dell’assemblea straordinaria. Secondo quanto si apprende lo spagnolo Ramon Quintana avrebbe ascoltato le ragioni dei Malacalza, esercitando una moral suasion sull’azionista per quanto riguarda modalità e tempistiche dell’aumento di capitale. La vigilanza intende infatti far rispettare la tabella di marcia concordata con il presidente Pietro Modiano e con l’amministratore delegato Fabio Innocenzi per arrivare quanto prima all’irrobustimento patrimoniale. Un obiettivo a cui però si oppongono i Malacalza che, nell’assemblea di sabato, hanno condizionato il via libera ad alcune precise richieste: un piano industriale, una completa stima dell’intero portafoglio crediti e la comunicazione dei risultati di bilancio 2018 e degli obiettivi patrimoniali per il 2019. Proprio l’assenza di questi elementi avrebbe spinto la famiglia ad astenersi dal voto, facendo di fatto saltare la delibera. 

Per esercitare la propria moral suasion la Bce avrebbe diversi strumenti a propria disposizione. A partire dalla contestazione di un ruolo di direzione e coordinamento, che costringerebbe i Malacalza a consolidamento la partecipazione nella cassaforte di famiglia, con un notevole costo in termini di capitale. Sotto la minaccia di questa spada di Damocle la famiglia potrebbe venire a più miti consigli e dare il proprio via libera all’aumento di capitale in una prossima convocazione di assemblea. Indicazioni puntuali dovrebbero comunque essere contenute nella lettera che Bce invierà a breve al board di Carige per comunicare i requisiti patrimoniali Srep. Il documento (atteso entro la prossima riunione del cda, attesa dopo Capodanno) potrebbe contenere una disamina della governance dell’istituto genovese, con alcune specifiche raccomandazioni. 

red/fch 

 

(END) Dow Jones Newswires

December 28, 2018 02:31 ET (07:31 GMT)