Coima Res: chiede 1 mld alle banche (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Coima è pronta ad avviare il cantiere del rifinanziamento del progetto Porta Nuova Garibaldi. La società di sviluppo immobiliare che gestisce il fondo artefice dell’operazione di riqualificazione urbana tra i più importanti di Milano, che ha visto sorgere un nuovo centro di aggregazione, ovverosia piazza Gae Aulenti, in vista della scadenza prevista per metà 2019 dell’accordo di finanziamento definito nel 2014, ha già preso contatto con gli istituti di credito per valutare tempi e modalità di revisione e ampliamento dello stesso. 

In particolare, secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza in ambienti bancari, la società guidata da Manfredi Catella, sta sondando la disponibilità del ceto bancario che cinque anni fa concesse una linea di credito di 450 milioni, a fronte di offerte che allora superavano la soglia dei 3 miliardi. Nel dettaglio, nel 2014 scesero in campo una ventina di banche tra le quali spiccavano Bnp Paribas (in qualità di banca agente), Unicredit , Banca Imi, SocGen e Bank of America Merrill Lynch. 

Questa volta, però, secondo quanto si apprende, l’obiettivo di Coima sarebbe quello di alzare l’asticella della richiesta alla soglia di 1 miliardo. Una cifra elevata rispetto a quella ottenuta nel 2014 (450 milioni), ma in linea con lo sviluppo e l’implementazione dell’intera area che oggi di fatto è di proprietà del fondo Qatar Investment Authority (Qia) che alcuni anni fa aveva rilevato il controllo del progetto immobiliare di Porta Nuova mettendo sul piatto la cifra complessiva di oltre 2 miliardi. 

La Qia, già azionista della sgr a partire dal maggio del 2013, nel 2015 aveva deciso di fare il passo decisivo andando a rilevare anche il restante 60% in possesso di UnipolSai , Hines, il fondo pensioni Ttiaa Cref, e la stessa Coima , facendo guadagnare il 30% agli investitori, come disse Catella durante la conferenza stampa, nella quale veniva annunciato il perfezionamento del deal con il fondo del Qatar. 

red/cce 

 

(END) Dow Jones Newswires

January 02, 2019 04:21 ET (09:21 GMT)