A CARLO MESSINA -Appello del sindaco di Montemonaco per non togliere il bancomat dal paese

ilfarodiroma.it By redazione ascoli -04/01/2019

Montemonaco ora sotto la neve, foto: Diego Alteri

L’unico sportello automatico del Bancomat a Montemonaco (AP) potrebbe chiudere. Il sindaco Onorato Corbelli ha lanciato un appello per non perdere un servizio fondamentale per la sua popolazione. La decisione di Intesa San Paolo sembra irrevocabile e lo sportello sarà tolto il 15 gennaio. Il Comune è disposto a contribuire economicamente al perdurare della sua esistenza. Altrimenti gli abitanti saranno costretti a percorrere dieci chilometri per rifornirsi di contanti.

@@@@@@@@@@@

https://www.cronachepicene.it/2019/01/03/no-alla-rimozione-dello-sportello-bancomat-lappello-del-sindaco-corbelli/89049/

@@@@@@@@@@@

Emergenza terremoto
nel Centro Italia

Un impegno concreto e tangibile a sostegno
delle popolazioni colpite dal sisma

Il Gruppo Intesa Sanpaolo, attivamente presente nel territorio colpito dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016, e 18 gennaio 2017, ha preso una serie di provvedimenti a favore delle famiglie e delle imprese che hanno subito danni a causa del terremoto che ha colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo. In particolare, i Comuni individuati dalla Legge n. 229 del 15.12.2016 e Legge n. 45 del 7 aprile 2017.

A fianco delle popolazioni

Ci siamo subito attivati con iniziative a sostegno di famiglie, imprese, piccoli artigiani e commercianti, professionisti e imprenditori che hanno subito danni a causa del terremoto: dalla cancellazione dei mutui prima casa e condizioni agevolate per i finanziamenti, alle coperture assicurative per i più giovani; dalla garanzia dell’operatività delle filiali danneggiate, a spazi gratuiti a uso ufficio per le esigenze di professionisti e imprenditori.
Mutui e PrestitiSospensione gratuita dei finanziamenti per privati e aziende (mutui e prestiti), e cancellazione mutui prima casa di immobili crollati o inagibili
Scopri di più
Coperture assicurativeGaranzia di un capitale per il futuro dei minori colpiti dal terremoto che hanno perso entrambi i genitoriScopri di piùSpazi di lavoro dedicatiSalottini privati funzionali e accoglienti in alcune delle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo a disposizione dei clienti per la loro attività professionale.Scopri di più

Dai il tuo contributo

Anche tu puoi dare il tuo contributo con un bonifico a:

Un aiuto subito – Terremoto Centro Italia 6.0
 

        IBAN donazioni dall’Italia:
          IT17 E033 5901 6001 0000 0145 551  


         Codice «grande beneficiario»: 9707


         IBAN donazioni dall’estero:
           IT17 E033 5901 6001 0000 0145 551
           BIC: BCITITMX   

Il codice «grande beneficiario» ti permette di semplificare l’operazione: inserisci l’importo e le cifre 970797089709 9716 nel campo beneficiario e tutte le altre informazioni saranno compilate in automatico. L’esenzione è valida non solo per i clienti di Intesa Sanpaolo, ma anche per tutte le altre banche del mondo.

Ricostruire, subito

Abbiamo stanziato oltre 250 milioni di euro per il ripristino delle strutture danneggiate (abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigianali, aziende, edifici di valore storico-culturale, residenze universitarie, imprese sociali).

Mutui e prestiti

Prestiti pronto interventi danni e mutui di ricostruzione per i privati a condizioni agevolate che coprono il 100% dei danni causati dal sisma

Finanziamenti

Finanziamenti pronto intervento ripristino scorte per danni e finanziamenti danni rivolti alle aziende, anche agricole, ubicate nelle zone interessate dal sisma, sempre a condizioni agevolate, che coprono interamente i costi sostenuti.

@@@@@@@@@@@@@

Intesa Sanpaolo per il sociale: salgono gli investimenti

Scritto il 28 dicembre 2018 da Domenico Megali in Economia & Finanza

Intesa Sanpaolo conferma l’impegno per rispondere alle prime necessità e dare nuove speranze a chi è in grave difficoltà. Non una semplice dichiarazione di intenti ma uno degli obiettivi del Piano d’impresa 2018-2021, obiettivo che è stato raggiunto per il 2018 e che si conferma per il 2019.

“Abbiamo raggiunto l’obiettivo del Piano che più di ogni altro dà un significato al nostro operare quotidiano. I risultati economici e la solidità di Intesa Sanpaolo rappresentano il presupposto della nostra attività a favore di chi è in posizione di svantaggio e fatica a raggiungere quella soglia minima di benessere e dignità che dovrebbe spettare a tutti. Sono molti gli uffici della Banca impegnati in questo sforzo che tocca direttamente tante persone e famiglie, in quello che è diventato un vero e proprio patto per la crescita, tra la Banca e la società civile. Quest’anno abbiamo messo tutto il nostro impegno nell’aiutare le persone in difficoltà: continueremo allo stesso modo nel 2019”, ha detto Carlo Messina, CEO e Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo.

Al raggiungimento dell’obiettivo ha contribuito il Fondo di Beneficenza della Presidenza, tradizionalmente dedicato alla filantropia, assicurando oltre 1 milione di pasti, circa il 30% dell’obiettivo prefissato, tramite il sostegno a diversi soggetti tra cui Caritas, Comunità di Sant’Egidio, i gruppi di Volontariato Vincenziano, il Cottolengo, l’Opera di San Francesco.  Anche la Fondazione Intesa Sanpaolo onlus ha contribuito al raggiungimento del risultato secondo la sua vocazione statutaria che destina le proprie erogazioni – oltre che ai dipendenti in difficoltà e per il diritto allo studio – al sostegno di mense sociali e dormitori.
Lo scorso 11 dicembre scorso, 50 dipendenti hanno operato come volontari presso le mense francescane dell’Antoniano onlus in tutta Italia affiancando all’attività erogativa della banca anche un impegno attivo in prima persona di chi ci lavora.

IL DETTAGLIO DEGLI ACCORDI
Contributo da parte del Fondo di Beneficenza della Presidenza che sosterrà Cottolengo di Torino, Comunità di Sant’Egidio, Gruppi di Volontariato Vincenziano, Opera San Francesco dei Poveri di Milano, Caritas Italiana che si occupano di garantire supporto agli indigenti. 1 milione di pasti/anno. Accordo quadriennale con la Fondazione Banco Alimentare finalizzato a sostenere la raccolta e la distribuzione di oltre 2,1 milioni pasti/anno tra il 2018 e il 2021. Contributi Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus per ca. 10.000 pasti/anno su tutto il territorio nazionale. Accordo quadriennale con Ospedale Bambino Gesù – Hospice Pediatrico Villa Luisa: copertura di ca 66.000 pasti dal 2019 . Accordo con la Fondazione Together To Go (TOG) in collaborazione a con Intesa Sanpaolo Vita, per ca 11.000 pasti/anno a bambini con gravi patologie neurologiche. Accordo con l’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma (AIL) per ca 67.000 pasti/anno. Erogati 5.000 pasti durante la giornata di volontariato aziendale del Gruppo Intesa Sanpaolo, Sottoscrizione accordo con VIDAS – Hospice Casa Sollievo Bimbi: copertura di ca 10.000 pasti. Accordo con VIDAS – Hospice Casa Sollievo dei Bimbi per l’accoglienza dei bambini e dei loro genitori: copertura di ca 3.300 posti letto dal 2019. Messi a disposizione da Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ca 11.000 posti letto anno su tutto il territorio nazionale. Perfezionato accordo con City Angels per ca 64.000 posti letto anno . Perfezionato accordo con all’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma (AIL) per ca 19.000 posti letto anno. Accordo quadriennale con Ospedale Bambino Gesù – Hospice Pediatrico Villa Luisa, per l’accoglienza di bambini e genitori: copertura di 22.000 posti letto dal 2019. Accordo quadriennale con la Fondazione Banco Farmaceutico finalizzato a sostenere raccolta e distribuzione certificata di 36.000 farmaci anno dal 2018. Contributo specifico dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus. Accordo con Goldenpoint e Caritas Torino per la fornitura e successiva distribuzione di 36.000 indumenti intimi. Contributo specifico dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus.

18am

https://video.repubblica.it/bloomberg/messina-says-the-real-economy-in-italy-is-growing/295237/295856

DAI ANCHE TU IL TUO CONTRIBUTO LASCIANDO IL BANCOMAT A MONTEMONACO – ANCHE SE NON E’ DAVOS E NON C’E’ NESSUN GOTHA DELLA FINANZA INTERNAZIONALE . HO RIPORTATO SOPRA IL COMUNICATO INTESA SAN PAOLO PER RICORDARTI “EMERGENZA TERREMOTO CENTRO ITALIA” – SIGNIFICA ANCHE “Un impegno concreto e tangibile a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma”  – INFINE VORREI RICORDARTI “Intesa Sanpaolo conferma l’impegno per rispondere alle prime necessità e dare nuove speranze a chi è in grave difficoltà. Non una semplice dichiarazione di intenti ma uno degli obiettivi del Piano d’impresa 2018-2021, obiettivo che è stato raggiunto per il 2018 e che si conferma per il 2019.” SOCIALE E’ ANCHE QUESTO.