La Cina pubblica i filmati di “Madre di tutte le bombe” trasmessi da Nuke Capable Jet

zerohedge.com 4.1.19

Venerdì la Cina ha svelato il video di un test di successo della sua più potente arma non nucleare, soprannominata “Mother of All Bombs” in riferimento a un’arma precedentemente utilizzata dalle forze statunitensi in Afghanistan. L’agenzia di stampa ufficiale Xinhua ha pubblicato i dettagli dell’arma per la prima volta, definendola  “versione cinese della ‘Madre di tutte le bombe’” .

Si dice che abbia una lunghezza di 5-6 metri e che il suo peso enorme significhi che il veicolo di consegna, in questo caso il bombardiere nucleare a lunga autonomia H-6K della Cina, può trasportare solo uno alla volta .

Mentre la Cina ha negato che si tratti di una bomba termobarica  –  un esplosivo che utilizza l’ossigeno nell’aria circostante per generare un’esplosione ad alta temperatura  – la  sua incredibile dimensione imita la bomba da 22.000 libbre GBU-43 Massive Ordnance Air Blast (MOAB) che le forze USA è caduto nella provincia afgana di Nangarhar per colpire un complesso di tunnel di nascondigli jihadisti nell’aprile del 2017.

Ancora frame dal filmato ufficiale di prova del “MOAB” cinese

Mentre la bomba cinese è lunga, in realtà secondo le stime pesa meno della versione americana, secondo l’analista militare Wei Dongxu, che è stato citato dal semi-ufficiale Global Times che ha dichiarato: “La massiccia esplosione che è stata generata avrebbe spazzato via facilmente terra fortificazioni “.

Il breve video del test è stato pubblicato sul sito web del produttore di armi statali Norinco e mostra la bomba che produce un’enorme palla di fuoco e fumo nero su una pianura anonimo. 

I media cinesi non hanno fornito dettagli sulla data, l’ubicazione o la portata della bomba, ma il video è stato pubblicato per la prima volta sui social media cinesi mercoledì 2 gennaio.

Resta, tuttavia, che gli Stati Uniti sono gli unici militari che abbiano mai usato un dispositivo non nucleare di dimensioni eccessive in battaglia. 

Nel 2017, in seguito allo scoppio del MOAB del 13 aprile in Afghanistan, il Comando centrale degli Stati Uniti (CENTCOM) ha rilasciato un video aereo che confermava che la bomba era stata usata contro l’ISIS in Afghanistan.