La brutta verità (non sentirai dalla Fed)

zerohedge.com 5.1.19

Scritto da Sven Henrich tramite NorthmanTrader.com,

Per anni i critici della politica della banca centrale sono stati liquidati come vittime negative, ma la brutta verità ci sta fissando tutti in faccia: le anticipazioni del mercato rimangono un gioco di liquidità artificiale e di banca centrale e non crescita organica e ora la giga è finita . Come ho detto per molto tempo: non ci sono prove che i mercati possano fare o sostenere nuovi massimi senza una sorta di intervento da parte delle banche centrali. Nessuna. Zero. Zilch.

E non penso che questa sia un’iperbole da parte mia, presenterò ovviamente le prove.

Nel marzo 2009 i mercati hanno toccato il fondo per l’espansione del  QE1,  che è stata introdotta dopo l’annuncio iniziale del QE1 nel novembre 2008. Ogni importante correzione da allora è stata soddisfatta con un intervento importante della banca centrale. QE2, Twist, QE3 e così via.

Quando il mercato è crollato nel 2015 e nel 2016 le banche centrali globali hanno intrapreso il più grande sforzo di intervento combinato della storia per oltre $ 5 trilioni tra il 2016 e il 2017, ottenendo un totale complessivo di oltre $ 15 trilioni di dollari FOMC, BCE e BOJ :

Quando hanno raggiunto i bilanci della banca centrale globale? Inizio 2018. Quando hanno raggiunto i picchi dei mercati globali? Gennaio 2018.

E non pensate che la Fed non sia ancora attiva nel business del jawboning nonostante la fine del QE3. Dopo tutto il loro linguaggio ufficiale è rimasto “accomodante” e il loro programma di rialzo è stato il più lento della storia, cauto e armonioso per non turbare i mercati.

Con i tagli delle tasse in entrata nell’economia degli Stati Uniti all’inizio del 2018, insieme ai mercati dei riacquisti, all’inizio ignorarono l’inizio del QT (restrizione quantitativa), ma poi tutto cambiò.

E indovina cosa è cambiato? 2 cose.

Nel settembre 2018, per la prima volta in 10 anni, il FOMC ha rimosso una piccola parola dalla sua posizione politica: “accomodante” e la Fed ha aumentato il suo programma QT. Quando hanno raggiunto il picco dei mercati statunitensi? Settembre 2018.

E con il massimo dello zucchero del taglio delle tasse svanendo era troppo. Aggiungere guerre commerciali e la crescita globale rallentando era più di quanto i mercati potessero gestire.

E quindi sì, il tempismo era perfetto e puoi vederlo nel grafico:

Chi crederai, io oi tuoi occhi bugiardi?

Le banche centrali globali hanno fatto il lavoro sporco per la Fed tra il 2016 e il 2017 aggiungendo sempre più liquidità artificiale. Ma poi la BCE ha rallentato il loro programma di QE e alla fine l’ha conclusa alla fine del 2018.

Come ha fatto il $ DAX a gestire tutta quella rimozione in liquidità artificiale? Non bene.

DAX ha raggiunto il picco nel gennaio 2018 quando la BCE ha iniziato a ridurre il proprio programma di QE.

La Fed ama affermare che sta gestendo una politica basata sull’economia, non sui mercati. Ma ecco la brutta verità su questo: l’economia in questi giorni è molto legata alle prestazioni del mercato. I grandi cali nei mercati hanno un impatto negativo sull’economia. Quindi è un errore sostenere che si guarda l’uno ma non l’altro.

Dopotutto, dimmi quando la Fed ha mai fatto un’escursione durante una massiccia correzione del mercato? La risposta: mai. È sempre il contrario.

Non appena i mercati abbandonano tutti i piani per gli aumenti dei tassi e / o le riduzioni di bilancio si fermano improvvisamente:View image on Twitter

View image on Twitter

Sven Henrich@NorthmanTrader

🤔

The Fed never sees it coming.
Crude was $74+ & $SPX at 2900+ when this chatter came out.
3 months later: let’s stop everything.
It’s almost as if market price trajectory drives Fed policy. 2083:12 PM – Jan 3, 201997 people are talking about thisTwitter Ads info and privacy

Riconoscendo l’improvvisa sensibilità del mercato alla QT, la FED avrebbe sicuramente reagito. Dopo che tutti i mercati sono stati sensibili al rallentamento della crescita in Cina, l’avvertimento di $ AAPL questa settimana e il rinnovato sell-off sui mercati come risultato.

E cosa abbiamo ottenuto stamattina? La mascella prevedibile:

Powell afferma che la Fed “non esiterebbe” a modificare la riduzione del bilancio

” Non crediamo che la nostra emissione sia una parte importante della storia delle turbolenze di mercato iniziate nel quarto trimestre dello scorso anno. Ma, ripeterò, se avessimo raggiunto una conclusione diversa, non esiteremmo a fare un cambiamento “, ha detto. “Se ritenessimo che il piano di normalizzazione del bilancio – o qualsiasi altro aspetto della normalizzazione – fosse parte del problema, non esiteremmo a fare un cambiamento”.

Cazzate. Certo che lo è e lo sa e ha fatto penzolare la carota e questo è tutto ciò che importava.

Chi crederai, io oi tuoi occhi bugiardi?

Questa mossa è arrivata dopo l’ intervento notturno  della Cina  che annunciava un calo dei tassi di cambio bancari dell’1%.

Quindi non confondere questo rally per qualcosa di diverso da quello che realmente è: le banche centrali tornano di nuovo in soccorso dei mercati stressati e la loro azione e le parole sono importanti nei mercati di ipervenduto pesante.

Ma la realtà rimane, la liquidità artificiale sta uscendo da questi mercati:

Sebbene la Fed, come indicato da Powell, possa rallentare o addirittura arrestare il loro percorso previsto. A un centesimo. Ed è quello che i mercati stanno reagendo ad oggi.

Le banche centrali continuano a sostenere che tutto ciò viene fatto per sostenere la crescita. Quale crescita? Cosa è stato effettivamente realizzato?

Tutto questo intervento non ha prodotto una crescita accelerata sostenuta, certamente non rispetto ai cicli precedenti.

Il taglio delle tasse sullo zucchero a parte tutte le proiezioni di crescita per il 2019 indicano un marcato rallentamento con il rischio di recessione in aumento.

L’unica cosa che è davvero cresciuta come risultato di tutto questo denaro e intervento a basso costo è il debito:

Il debito societario è raddoppiato dal 2007. Il debito pubblico si sta espandendo senza una fine vista in aumento di altri $ 2 trilioni nei primi 2 anni dell’amministrazione Trump.

E così eccoci di nuovo:

E le banche centrali hanno già iniziato a reagire.

Qual è il messaggio più grande qui? La scoperta del prezzo di mercato libero richiederebbe una contabilità completa delle bolle di mercato e la realtà dei problemi strutturali che rimangono irrisolti. Esistono banche centrali per impedire che le conseguenze dell’eccesso si realizzino e dare la licenza ai politici per evitare di affrontare problemi strutturali. E impedendo a queste forze di mercato di giocare ad ogni segnale di difficoltà, la lattina può essere calciata sempre più lontano lungo la strada. Ogni ripresa successiva mantiene viva l’illusione ma il jingle diventa sempre più stretto e richiede sempre più bassi tassi prima che i mostri ritornino. Nel frattempo il debito continua ad espandersi, mentre ogni ripresa produce una crescita sempre meno guidata dal punto di vista organico, ma una disuguaglianza della ricchezza sempre più elevata. Questo è ciò che questo sistema produce.

E questa è la brutta verità. Ma non lo ascolterai dalla Fed.