B.Mps: un conto da 160 mln l’anno (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

L’impatto sul titolo è stato violento: tra lunedì e ieri le azioni Mps hanno perso il 17%, portandosi a quota 1,25 euro per una capitalizzazione complessiva di 1,57 miliardi. Il timore del mercato è che l’applicazione rigorosa dell’Addendum Bce possa indebolire i requisiti patrimoniali della banca e rendere necessarie nuove iniezioni di capitale. Al momento però dai calcoli degli analisti emerge un quadro meno drammatico di quello suggerito dai mercati. Se infatti la pulizia completa dell’attivo determinerà maggiori assorbimenti di capitale, l’impatto sul patrimonio potrebbe risultare gestibile. Nel dettaglio, l’applicazione rigorosa dell’Addendum dovrebbe determinare ogni anno 160 milioni di provisioni aggiuntive, con un impatto negativo di 25 punti base sul Cet1. 

Sono queste, scrive MF, le stime elaborate da Giovanni Razzoli di Equita , che ipotizza entro il 2026 un coverage al 70% per i crediti secured e del 90% per quelli unsecured, tenendo conto dei recuperi effettuati tramite attività di recupero e cessioni. In uno scenario irrealistico di azzeramento totale dello stock, l’impatto sarebbe di 138 punti base all’anno con circa 886 milioni di maggiori assorbimenti. 

Ma in che condizioni si trova oggi Siena in termini di asset quality? Dopo la pulizia degli anni scorsi e la maxi-cartolarizzazione, alla fine di settembre (ultimo dato disponibile) la banca aveva sofferenze nette per 3,04 miliardi, inadempienze probabili per 5,21 miliardi ed esposizioni scadute per 259,7 milioni. Stock ulteriormente limati dalle vendite di fine anno tra cui ci sono stati le operazioni Merlino da 2,2 miliardi lordi, Morgana da 900 milioni e Alfa 2 da 400 milioni. Considerando anche questi deal l’esposizione deteriorata lorda complessiva da smaltire entro il 2026 scende così da 19,5 a poco più di 16 miliardi. 

La sensazione insomma è che l’inasprimento richiesto dalla Bce possa risultare gestibile anche senza ulteriori manovre sul capitale. “La notizia è negativa per Mps in quanto aumenta la pressione sui ratio di vigilanza, anche se crediamo che l’impatto sia, con ipotesi ragionevoli, tutto sommato ancora gestibile”, spiega Equita nel report. 

red/lab 

 

(END) Dow Jones Newswires

January 16, 2019 02:39 ET (07:39 GMT)