Acri: strada in salita per F.Profumo (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

La candidatura di Francesco Profumo alla presidenza dell’Acri è in salita. Il numero uno della Compagnia di Sanpaolo è oggi il candidato favorito per la successione a Giuseppe Guzzetti, il cui mandato scadrà in primavera. Ufficialmente sul nome dell’ex ministro il consenso è quasi unanime e lo stesso Guzzetti si è espresso in termini positivi in più di un’occasione. Ma il diavolo, si sa, è nei dettagli. Il prossimo anno scadrà il mandato di Profumo al vertice della Compagnia. 

Nominato nel 2016 dall’ex sindaco Piero Fassino, scrive MF, l’ex ministro dovrà ottenere una riconferma dalla pentastellata Chiara Appendino per restare al vertice di Acri, un obiettivo non semplice alla luce dei tiepidi rapporti intercorsi finora. In queste settimane si stanno quindi delineando scenari alternativi a una candidatura data finora pressoché per scontata. Ad esempio un certo consenso si starebbe creando attorno al presidente della Crt, Giovanni Quaglia. Ex democristiano e politico di razza (è stato presidente della provincia di Cuneo e consigliere regionale in Piemonte), Quaglia potrebbe coalizzare le diverse anime di Acri e farsi portavoce dell’autorevole componente piemontese dove conta sull’appoggio del presidente di Cr Cuneo Giandomenico Genta. 

red/lab 

 

(END) Dow Jones Newswires

January 18, 2019 02:09 ET (07:09 GMT)