Astaldi: ingresso Cdp in Salini Impregilo per maxipolo (Sole)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

E’ allo studio l’ipotesi di ingresso di Cassa Depositi e 

Prestiti nel capitale di Salini Impregilo per creare un’entità 

sufficientemente forte per affrontare prima la messa in sicurezza di 

Astaldi e poi quella degli altri grandi operatori in difficoltà. Nei 

prossimi giorni saranno vagliate in modo approfondito le differenti 

opzioni di intervento. 

Lo scrive Il Sole 24 Ore aggiungendo che entro lunedì dovrebbero 

arrivare sul tavolo degli advisor di Astaldi, Vitale e co e Rothschild, le 

offerte vincolanti dei due soggetti in gara, IHI e Salini Impregilo. 

Questi ultimi, però, stante anche lo scenario in evoluzione, seppure al 

momento concentrati sull’ipotesi di rilevare solo il pacchetto 

costruzioni, avrebbero tutta l’intenzione di prendersi il tempo 

sufficiente per esaminare ogni possibile risvolto. Compreso, 

evidentemente, un possibile asse con Cdp. Per questo, da parte di Salini 

Impregilo non dovrebbe arrivare alcuna proposta concreta prima della fine 

di gennaio o dell’inizio di febbraio. 

Le ipotesi sul tavolo sarebbero sostanzialmente due: ingresso di Cdp 

direttamente nel capitale del gruppo Salini Impregno con una 

partecipazione rilevante oppure Cdp potrebbe acquistare una partecipazione 

nella newco che verrà eventualmente creata da Salini Impregilo per 

rilevare la attività nelle costruzioni della società controllata per ora 

dalla famiglia Astaldi. Un veicolo in cui le banche creditrici dovrebbero 

essere presenti con una quota importante e che dovrebbe essere costruito 

in modo tale da non lasciare che Salini sia costretta a caricarsi del peso 

del debito di Astaldi. 

pev 

 

(END) Dow Jones Newswires

January 18, 2019 02:30 ET (07:30 GMT)