BlackRock espone accidentalmente dati di vendita riservati per migliaia di promotori finanziari

zerohedge.com 19.1.19

Come già sottolineato , le notoriamente alte commissioni applicate dai consulenti finanziari non sono l’unica ragione per cui i giovani optano per i robo-consulenti a basso costo (o semplicemente per mettere da parte i loro soldi in un ETF indicizzato che paga 3 basi) punti all’anno) invece di consulenti umani. C’è anche il problema di chi servono i consulenti finanziari: i loro clienti – a chi hanno un obbligo fiduciario – oi grandi magazzini e gestori di fondi che forniscono il loro prodotto?

Bene, BlackRock, che detiene il titolo di gestore patrimoniale più grande del mondo, con oltre 5 trilioni di dollari di AUM, sembra aver inavvertitamente affermato che migliaia di consulenti finanziari servono prima i loro padroni e in secondo luogo i loro clienti. 

BR

Perché in quello che Bloomberg ha descritto come una scivolata imbarazzante e incidentale – il risultato di un errore non forzato – BlackRock ha accidentalmente pubblicato dettagli sulla sua relazione commerciale con migliaia di consulenti finanziari.

In tre fogli di lavoro pubblicati accidentalmente su una pagina Web associata all’attività ETF di iShares di BlackRock, a migliaia di consulenti finanziari sono state assegnate valutazioni in base a quanto business hanno portato BlackRock. Alcuni sono stati classificati come “dilettanti” o “utenti esperti”. Alcuni avevano persino ottenuto lo status di “Club”, inclusa l’appartenenza a un “Patriot’s Club” o “Director’s Club”.

Ma nonostante l’intuizione che questo ha offerto nel rapporto tra BlackRock e l’esercito di consulenti finanziari “indipendenti” responsabili della vendita dei suoi prodotti, BBG non sembra aver dato molte riflessioni a queste rivelazioni. Invece, si sono concentrati sul fatto che questa è probabilmente la più imbarazzante violazione dei dati di Wall Street dalla violazione del JPM del 2014 – l’unica differenza è che quest’ultimo è stato perpetrato da hacker malintenzionati.

BlackRock Inc., il più grande gestore patrimoniale del mondo, ha inavvertitamente pubblicato informazioni confidenziali su migliaia di clienti di consulenti finanziari sul proprio sito web.

I dati sono comparsi su tre fogli di calcolo, collegati a una delle pagine Web della società di New York dedicate ai suoi fondi negoziati in borsa iShares. I documenti includevano nomi e indirizzi email dei consulenti finanziari che acquistano gli ETF di BlackRock per conto dei clienti. Sembravano inoltre mostrare il patrimonio gestito da ciascun consulente negli ETF iShares dell’impresa.

I link erano datati 5 dicembre 2018, ma non è chiaro per quanto tempo erano pubblici. I documenti sono stati visti da Bloomberg e rimossi venerdì. BlackRock, che controlla attività per quasi $ 6 trilioni, è il più grande emittente di ETF al mondo.

Uno dei fogli di lavoro sembra elencare più di 12.000 voci di consulenti e i loro rappresentanti di vendita presso BlackRock. Dall’altro, i consulenti sono stati categorizzati in una varietà di modi, come “dilettanti” o “utenti esperti”. Una colonna ha annotato il loro “Club Level” incluso il “Patriots Club” o “Directors Club”.

Un portavoce di BlackRock ha detto che la società stava esaminando la perdita accidentale e ha suggerito che due “partner di distribuzione” (cioè i dipendenti di BlackRock responsabili della vendita all’ingrosso dei prodotti finanziari della società) avrebbero probabilmente incolpato la perdita.

“Stiamo conducendo una revisione completa della questione”, ha detto il portavoce Brian Beades in un comunicato.  “La pubblicazione involontaria e temporanea delle informazioni si riferisce a due partner di distribuzione che servono consulenti indipendenti e non include alcuna delle loro informazioni sui clienti sottostanti.”

È noto che la protezione dei dati mantiene i dirigenti di Wall Street svegli di notte. Ma il più delle volte, i dirigenti di alto livello citano il timore degli hacker, che ha spinto alcune delle maggiori banche della nazione a versare oltre 1 miliardo di dollari l’anno in cybersecurity. È un settore in cui le società finanziarie mettono da parte accanite rivalità, condividono consigli e collaborano a progetti per garantire che il pubblico resti fiducioso nel settore – e che non subisca mai una perdita catastrofica.

Secondo un esperto di cybersecurity citato da Bloomberg, il modo migliore per le aziende di Wall Street di mitigare le ricadute degli scandali cybersecuriuty è quello di “comunicare con precisione ciò che è successo”, aggiungendo che la risposta iniziale delle aziende è cruciale.

Le imprese non possono evitare completamente le violazioni, ma possono reagire in un modo che ricostruisce la fiducia, ha detto John Reed Stark, che si è concentrato sui crimini su Internet mentre lavorava nella divisione per la sicurezza della Securities and Exchange Commission e ora gestisce un’attività di consulenza sulla sicurezza informatica.

“Gli incidenti sulla sicurezza dei dati sono inevitabili”, ha detto dopo l’incidente a BlackRock. “La cosa più importante in questo tipo di situazione riguarda la risposta dell’azienda e se stanno comunicando con precisione su ciò che è successo”.

E quale modo migliore per ripristinare la fiducia nella propria attività piuttosto che deviare la colpa per i propri errori?