Salvini chiede l’eliminazione della Banca centrale italiana, “Prison Time For Fraudsters”

zerohedge.com 10.2.19

Venerdì, in un momento di intuizione predittiva, Bank of America ha correttamente ammonito che la maggiore minaccia per l’EPS – cioè i mercati – nei prossimi 3 anni ” è un’accelerazione del populismo globale attraverso la tassazione, la regolamentazione e l’intervento del governo “. Solo un giorno dopo, questo avvertimento all’istituzione finanziaria si è manifestamente manifestato in quel punto zero per la rivolta populista d’Europa, l’Italia, dove il governo di coalizione del paese ha suggerito dove l’ondata populista globale è diretta dopo quando ha sbattuto la leadership e il capitale della banca centrale del paese regolatore del mercato, intensificando i suoi attacchi contro le cifre degli stabilimenti in vista del voto parlamentare europeo di maggio.

Matteo Salvini, l’esplicito capo del partito della Lega anti-immigrati, ha detto che la Banca d’Italia e la Consob, l’autorità di regolamentazione del mercato azionario, dovrebbero essere ” ridotti a zero, più che cambiare una o due persone, ridotti a zero”, o in altre parole eliminate, e che i “truffatori” che hanno inflitto perdite ai risparmiatori italiani dovrebbero “finire in prigione per molto tempo”.

Come nota il FT , questa ultima bordata contro l’establishment finanziario italiano arriva come le due parti che sono sempre più in disaccordo tra le speculazioni Salvini potrebbe tenere elezioni per diventare l’unico leader in Italia, prepararsi a correre l’uno contro l’altro nelle elezioni parlamentari europee a maggio, un concorso ampiamente visto come un proxy per i sondaggi nazionali. Nel frattempo, entrambi i leader hanno anche aumentato i loro attacchi contro obiettivi tra cui l’UE e il presidente francese Emmanuel Macron.

Confermando la crescente animosità tra i due partner della coalizione, la Lega e la Five Star hanno apertamente litigato sul futuro di una linea ferroviaria alpina e di migrazione, mentre i due leader hanno ripetuto attacchi contro la Francia che culminarono con Di Maio incontrando i leader dell’anti- Il momento di Macron Yellow Vest, ha scatenato una crisi diplomatica che la scorsa settimana ha visto Parigi richiamare l’ambasciatore da Roma.

L’ultima battuta di arresto verbale di sabato della Banca d’Italia arriva dopo che le banche centrali hanno emesso previsioni di crescita economica più pessimistiche per quest’anno rispetto ai numeri a sostegno del bilancio del governo. Come riportato lo scorso mese, l’Italia è entrata in una recessione tecnica nella seconda metà del 2018, con la Banca d’Italia che ha tagliato le previsioni del PIL per il 2019 allo 0,6% rispetto a una previsione dell’1% fatta dal governo. Allo stesso tempo, la Commissione europea ha tagliato le previsioni del PIL dell’Italia dall’1,2% a uno 0,2% di recessione borderline per l’intero anno, suggerendo che le previsioni sul deficit di bilancio dell’Italia non solo mancheranno, ma potrebbero riemergere come punto focale di rinnovate tensioni tra Roma e Bruxelles nei prossimi mesi.

Nel frattempo, il capo della BCE Mario Draghi, un ex governatore italiano ed ex Banca d’Italia, l’anno scorso aveva avvertito che l’indipendenza della banca centrale era minacciata dai governi populisti, pur non facendo un riferimento diretto all’Italia. Se Salvini cementasse la sua leadership de facto italiana nelle prossime elezioni, renderebbe la vita particolarmente complicata per la banca centrale locale.

Separatamente, Di Maio e altri ministri delle Cinque Stelle hanno dichiarato di voler bloccare Luigi Federico Signorini, il vicedirettore generale della Banca d’Italia, dal rinnovo del suo mandato, secondo La Repubblica. Il quotidiano ha riferito che il governo italiano era diviso sulla questione.

Come riportato in precedenza, nell’ultimo anti-establishment girato a prua, alcuni giorni fa il governo ha nominato Paolo Savona, un economista veterano e eminentemente euroscettico che in precedenza aveva ricoperto il ruolo di ministro per gli affari europei, come nuovo presidente della Consob. Lo scorso anno Savona è stata bloccata come prima scelta della coalizione come ministro dell’economia dal presidente italiano Sergio Mattarella, a seguito di forti pressioni da parte di Bruxelles e di una rivolta nel mercato obbligazionario italiano.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.