Pavia: scandalo diamanti l’ultimo escamotage delle banche. Ora invitano i clienti ad insinuarsi al passivo di IDB

vigevano24.it 11.2.19

Codacons: “Attenzione è solo un disperato tentativo delle banche di salvarsi dalle cause a loro carico, sono loro a dover rispondere”

Pavia: scandalo diamanti l’ultimo escamotage delle banche. Ora invitano i clienti ad insinuarsi al passivo di IDB

Il Tribunale di Milano ha avviato la procedura fallimentare di IDB, Intermarket Diamond Business, la società che vendeva diamanti presso gli sportelli bancari. Le Banche non attendevano altro! Ora chiamano i clienti presso le filiali e li invitano ad insinuarsi nel passivo della società per ottenere (a loro dire) ristoro delle perdite subite a seguito dell’investimento in diamanti. Si tratta solo di un tentativo di sviare l’attenzione dei consumatori dalle responsabilità delle Banche!.

Codacons: “Sono le Banche a dover rispondere dinanzi ai risparmiatori delle perdite subite da questi ultimi, il tentativo di sviare l’attenzione sulla IDB è goffo e maldestro. L’insinuazione al passivo, vista l’enorme esposizione debitoria di IDB anche a seguito delle enormi multe comminate dall’Antitrust difficilmente potrà portare a recuperare alcunchè. Anzi il rischio è che all’esito le posizione dei consumatori risultino prescritte. Si tratta di un disperato tentativo di liberarsi da ogni responsabilità nei confronti dei clienti – consumatori traditi proprio dalle Banche. La strada da perseguire è quella di un’azione risarcitoria nei confronti della Banca”. Il Codacons  è disponibile a fornire consulenza in merito. Indirizzo mail codacons.pavia@gmail.com”.