B.Carige: presentate offerte su Npl da Sga e Credito Fondiario (fonte)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Sarebbero arrivate due offerte concrete per l’acquisto di un portafoglio di Npl e Utp di Banca Carige superiore a 1,5 miliardi lordi. 

Si tratterebbe, spiega una fonte, di due offerte separate e non ci sarebbero al momento altre proposte sul tavolo oltre alle due in questione. 

Carige ha in piano di cedere due pacchetti di crediti deteriorati, uno di sofferenze e uno di unlikely to pay, per un valore lordo complessivo di 1,7 miliardi. Questo è uno dei pilastri del piano di pulizia su cui il gruppo oggi affidato alle cure dei commissari Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener incardinerà la ristrutturazione. Gli annunci ufficiali sono attesi per mercoledì 27, quando sarà presentato il piano industriale. 

“Il nostro obiettivo è cedere crediti deteriorati per almeno 1,5 mld lordi circa”, ha dichiarato Fabio Innocenzi, commissario straordinario di Banca Carige, in conferenza stampa a Genova lo scorso gennaio. 

“Qualsiasi valore compreso tra 1,5 mld e 2,8 mld” andrebbe bene. 

Innocenzi, Lener e Modiano avevano avviato una due diligence sugli Npe della banca con l’obiettivo di una ulteriore drastica riduzione degli stessi (che segue quella di oltre 1,5 miliardi di euro appena effettuata) al fine di includere nel piano industriale una percentuale degli Npe compresa tra il 5% e il 10% del totale dei crediti. In questo modo la banca si posizionerebbe al di sotto del valore medio di sistema. 

Fonspa gestisce già una fetta importante delle sofferenze oggetto di cessione e la sua partecipazione al processo era abbastanza scontata. Come sempre in operazioni di questo genere il nodo sarà il prezzo. L’obiettivo di Carige è ridurre la perdita anche alla luce degli accantonamenti fatti nei trimestri scorsi. 

cce 

 

(END) Dow Jones Newswires

February 22, 2019 10:51 ET (15:51 GMT)