Che cosa farà la Popolare di Bari (secondo Jacobini) per gli azionisti imbufaliti

di  startmag.it 25.2.19

Parole e progetti di Marco Jacobini, presidente della Banca Popolare di Bari, intervistato dalla trasmissione Popolo Sovrano di Rai2

“Risarciremo i risparmiatori” e “usciremo dalla crisi rendendo liquide le azioni” è questo, in breve, il succo dell’intervista fatta da Alessandro Sortino a Marco Jacobini, Presidente della Banca Popolare di Bari, istituto nato nel 1960 su iniziativa del padre e di altri 76 soci, e andata in onda a Popolo Sovrano, programma di Raidue.

Marco Jacobini, dal 1978 ai vertici della Popolare, è stato raggiunto da Sortino per rispondere sulla vicenda del crollo dei valore delle azioni vendute ai risparmiatori con poca propensione al rischio tramite informazioni poco chiare. Per questo la Consob ha stabilito un risarcimento a favore degli investitori, ma il risarcimento (a detta di Sortino) non sembra ancora essere arrivato.

ECCO CHE COSA PROMETTE LA POPOLARE DI BARI

L’intervista parte proprio da questo. Il presidente Jacobini, dopo aver ribadito che alcuni risarcimenti sono stati effettuati, ha affermato di non conoscere il perché alcuni investitori non siano stati rimborsati, ma prova a tranquillizzare tutti dicendo che “se hanno ragione e devono essere rimborsati saranno rimborsati”.

Jacobini ha poi affermato che “gli investitori sono stati giudicati tutti con propensione al rischio” e che la Banca non ha venduto “titoli a coloro che non avevano propensione a rischio”.

IL RISCHIO DEI TITOLI DELLA POPOLARE DI BARI

Difficile stabilire come siano avvenute le valutazioni, certo però è che il rischio di investimento è stato valutato basso, come si evince dagli estratti conti bancari, per salire di livello solo nel 2015 e nel 2017, quando il titolo è stato valutato rispettivamente a rischio medio-alto e liquido (rischio alto). Gli investitori, però, avevano oramai investito i loro risparmi e il gioco era fatto.

“Le azioni non sono mai state indicate con basso rischio”, ha detto Jacobini, per poi correggersi e precisare: “Le nostre azioni fino al 2015 sono state a rischio bassissimo, poi sono saltate 4 banche, tra cui le due venete, e la gente si è spaventata. Il prezzo delle azioni oggi è andato giù e nessuno le compra”.

LA SOLUZIONE. SECONDO JACOBINI, PATRON DELLA POPOLARE DI BARI

Come uscire dalla crisi, dunque? Marco Jacobini sembra avere la soluzione a portata di mano: “Ne usciremo rendendo liquido il titolo. Dobbiamo trovare un sistema per rendere di nuovo libere le azioni, dobbiamo riattivare il mercato. Stiamo studiando la situazione, stiamo parlando con Banca D’Italia e valutando cosa fare”, ha concluso Jacobini.

TUTTI I SUBBUGLI DELLE POPOLARI CON IL MERCATO HI-MTF

QUI LO STUDIO DI KPMG SULLE POPOLARI

QUI FATTI E INDISCREZIONI DI START MAGAZINE