Banco Bpm: su inchiesta diamanti alza la guardia (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Settimana dopo settimana cresce l’impegno di Banco Bpm sul caso diamanti. L’istituto guidato da Giuseppe Castagna è tra i soggetti coinvolti nell’inchiesta della Procura di Milano assieme a Unicredit , Intesa Sanpaolo e Mps . Un’inchiesta che ha finora comportato sequestri per oltre 700 milioni. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, sarebbe quasi raddoppiato il numero di funzionari impegnati nella task force allestita per seguire il caso, salendo da 100 a 170 persone. La struttura è in piedi ormai da diversi mesi e ha già chiuso accordi stragiudiziali con circa 4 mila clienti, ma ora la banca intende rafforzarla per imprimere un’accelerazione all’attività transattiva. 

Per raggiungere l’accordo non esiste uno schema prestabilito e la banca procede caso per caso, a volte offrendosi di ricomprare i diamanti. Intanto martedì il consiglio di amministrazione di Banco Bpm dovrebbe tornare a discutere del caso e l’ad potrebbe fornire un aggiornamento sull’attività transattiva. Nell’ultima riunione, convocata lo scorso 27 febbraio, il board aveva deciso la sospensione cautelare fino a nuova data del direttore generale Maurizio Faroni, dell’ex responsabile pianificazione e marketing retail Pietro Gaspardo e dell’ex responsabile compliance Angelo Lo Giudice, tutti provenienti dall’ex Banco Popolare. 

red/lab 

 

(END) Dow Jones Newswires

March 08, 2019 03:01 ET (08:01 GMT)