B.Carige: dialogo in salita tra Malacalza e Varde; visioni ancora lontane (fonte)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Il dialogo inizia in salita. Dai primissimi approcci tra il fondo Varde e Malacalza Investimenti sarebbero emerse visioni contrastanti per la business combination con Banca Carige in termini di strategia. 

Come anticipato da indiscrezioni stampa a Varde, che già aveva guardato il dossier dell’istituto ligure attualmente commissariato, è stato consigliato di parlare con la famiglia Malacalza per semplificare l’attuazione di un’eventuale operazione su Banca Carige. D’altronde gli imprenditori piacentini rimangono i primi azionisti con una quota intorno al 27% del capitale: è quindi difficile pensare che un’aggregazione possa avvenire senza l’assenso dei Malacalza. 

La famiglia da settimane sta cercando investitori disponibili a trattare, alle sue condizioni, per il rilancio dell’istituto. Ora è stata approcciata da Varde, che attualmente sembra il player più concreto sul dossier Carige. Diversi fondi nelle scorse settimane hanno guardato le carte, ma in pochissimi hanno deciso di proseguire (e Blackrock, più volte citato, non sarebbe tra questi). 

Il fatto è che i fondi di investimento e la famiglia di imprenditori piacentini hanno due visioni ancora lontane sia sulla valorizzazione dell’investimento sia sul futuro dell’istituto ligure. Varde, infatti, come la maggior parte dei fondi, vuole acquistare a multipli compressi per poi rilanciare e valorizzare nel medio termine al massimo l’investimento. Malacalza intende ottenere nell’operazione un margine di manovra più ampio possibile che gli permetta sì, di avere un partner finanziario nell’acquisto degli Npl e nella ricapitalizzazione, ma che nell’immediato non ridimensioni eccessivamente il suo peso nell’azionariato e soprattutto gli lasci aperte più strade. 

Gli imprenditori della siderurgia conservano ancora l’ambizione di avere una Carige forte sul territorio ligure e indipendente. Ma non escludono, vista la situazione attuale, un’aggregazione industriale. In ogni caso, l’eventuale partner finanziario, dovrebbe permettere l’eventuale uscita dei Malcalza dall’azionariato nel medio-lungo termine a valori consoni. L’obiettivo della famiglia, se mai uscirà dal capitale, sarebbe quello di farlo riducendo al massimo la perdita. Ad oggi Malacalza in Carige ha iniettato quasi 420 milioni di euro. L’istituto ligure in Borsa nel 2007 valeva 6 miliardi. Prima dell’amministrazione straordinaria e della sospensione del titolo, soltanto 80 milioni. Ora (il titolo a Piazza Affari è sospeso) la quota vale ancora meno. L’ambizione sarebbe quella di limitare al massimo la perdita, uscendo almeno quando la partecipazione si aggirerà su valori intorno ai 250-300 milioni. Fatto sta che sarà difficile conciliare le logiche di investimento di un fondo come Varde e quelle di una famiglia di imprenditori vecchio stampo. 

Se l’operazione Varde-Malacalza andasse in porto scatterebbe il semaforo rosso per la Società per la gestione di attività (Sga). Più difficile che venga stoppato un coinvolgimento di Credito Fondiario nell’operazione relativa ai crediti deteriorati (quest’ultimo ha un diritto di prelazione a seguito di un contratto stipulato con l’istituto ligure nell’ambito di una precedente operazione). L’ex Fonspa potrebbe comunque prendere parte al deal in veste di servicer su una porzione di tali crediti. Varde farebbe comunque la parte del leone sugli Npl in quanto detiene una quota importante in Guber Banca, realtà specializzata nella gestione e recupero degli Npl. 

Varde o non Varde una soluzione, in tempi brevi, andrà trovata. In quanto a metà aprile sono attese dai commissari di Banca Carige le offerte vincolanti per la business combination. Circa 40 giorni più tardi dovrebbe tenersi l’assemblea dei soci chiamata ad approvare l’aumento di capitale da 630 mln. E in quella sede il voto dei Malacalza sarà dirimente. 

cce 

 

(END) Dow Jones Newswires

March 13, 2019 07:04 ET (11:04 GMT)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.