F.Cariplo: si tratta sui vicepresidenti (MF)

F.Cariplo: si tratta sui vicepresidenti (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Se il candidato forte per la presidenza sembra ormai il presidente di Borsa Italiana Andrea Sironi, nelle prossime settimane la partita per il nuovo vertice di Cariplo potrebbe spostarsi sulle due vice presidenze. 

La fondazione guidata da Giuseppe Guzzetti, scrive MF, avrebbe ormai raccolto le designazioni degli enti e del terzo settore e si appresta ad avviare il processo di scrematura della commissione nomine. L’organo dovrà verificare preliminarmente l’ammissibilità di tutte le candidature, segnalando ai vertici eventuali casi di inammissibilità. Concluso questo lavoro le due date chiave dovrebbero essere il 7 maggio per la nomina della nuova Commissione Centrale di Beneficenza che, a sua volta, il 28 maggio potrebbe eleggere il presidente e i due vice presidenti. Proprio su questi due ruoli si starebbe oggi spostando l’attenzione di Guzzetti e dei grandi elettori. Uno dei due potrebbe essere una donna presente nell’attuale Commissione, mentre per l’altro ruolo si fa strada l’ipotesi di una figura vicina al mondo della politica. 

La scelta dei vice dipenderà comunque dal profilo del nuovo presidente e dalla ripartizione delle deleghe. Al momento, come detto, le quotazioni di Sironi (il cui nome sarebbe contenuto nelle cinque candidature della Ccb uscente) sono alte anche perché l’ex rettore della Bocconi ha un profilo in linea con quello cercato da Guzzetti. Per mesi il presidente ha infatti avuto in mente un identikit preciso: una personalità esterna a Cariplo capace di amministrare il patrimonio grazie a una solida preparazione finanziaria. Un profilo non casuale, visto che sullo standing tecnico dei nuovi amministratori insiste il protocollo Acri-Mef del 2015: il documento ha posto infatti un forte accento sulla gestione del patrimonio, richiedendo implicitamente competenze specifiche ai vertici delle fondazioni. Il protocollo pone inoltre altri vincoli al rinnovo di quest’anno: la Commissione di Beneficenza passerà da 40 a 28 membri, mentre il consiglio di amministrazione scenderà da nove a sette. Anche la durata del mandato ha subito una sforbiciata nell’ultimo statuto di Cariplo, passando da sei a quattro anni sempre in ottemperanza degli accordi presi con il ministero del Tesoro. 

red/fch

 

(END) Dow Jones Newswires

March 14, 2019 04:31 ET (08:31 GMT)