Porta Vittoria, pm Milano chiedono rinvio a giudizio per Saviotti

milanofinanza.it 25.3.19

I pm di Milano, Giordano Baggio e Mauro Clerici, hanno chiesto il rinvio a giudizio del banchiere Pier Francesco Saviotti, ex amministratore delegato del Banco Popolare, accusato di concorso in bancarotta in relazione al fallimento della società Porta Vittoria

Banco Popolare, l'aumento alla prova del mercato

Pier Francesco Saviotti

I pm di Milano, Giordano Baggio e Mauro Clerici, hanno chiesto il rinvio a giudizio del banchiere Pier Francesco Saviotti, ex amministratore delegato del Banco Popolare, accusato di concorso in bancarotta in relazione al fallimento della società Porta Vittoria, che si sarebbe dovuta occupare del progetto di riqualificazione immobiliare dell’area milanese.

Si tratta di un filone di indagine legato a quello che ha portato nel febbraio 2018 alla condanna a sette anni dell’immobiliarista Danilo Coppola. Saviotti è indagato per concorso in bancarotta bancarotta in quanto, secondo la ricostruzione dei magistrati, avrebbe fornito nel 2010 a Porta Vittoria, mediante un mutuo da 80 milioni di euro poi rimborsato da Porta Vittoria al Banco Popolare a fine 2011 con l’accensione di un nuovo mutuo di 210 milioni, la provvista per acquistare da società lussemburghesi di Coppola due partecipazioni per 45 e 25 milioni, quando per i magistrati quelle partecipazioni erano di valore nullo o del tutto incongruo. Dovrà essere ora un Gup del tribunale di Milano a valutare la richiesta di rinvio a giudizio 


@@@@@@@@@@

PORTA VITTORIA: PM MILANO CHIEDONO RINVIO A GIUDIZIO PER SAVIOTTI

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Milano, 25 mar – I pm di Milano Giordano Baggio e Mauro Clerici hanno chiesto il rinvio a giudizio del banchiere Pier Francesco Saviotti, ex amministratore delegato del Banco Popolare, accusato di concorso in bancarotta in relazione al fallimento della societa’ Porta Vittoria spa, che si sarebbe dovuta occupare del progetto di riqualificazione immobiliare dell’area milanese. Si tratta di un filone di indagine legato a quello che ha portato nel febbraio 2018 alla condanna a sette anni dell’immobiliarista Danilo Coppola. Saviotti e’ indagato per concorso in bancarotta bancarotta in quanto, secondo la ricostruzione dei magistrati, avrebbe ‘fornito nel 2010 a Porta Vittoria, mediante un mutuo da 80 milioni di euro poi rimborsato da Porta Vittoria al Banco Popolare a fine 2011 con l’accensione di un nuovo mutuo di 210 milioni, la provvista per acquistare’ da societa’ lussemburghesi di Coppola due partecipazioni per 45 e 25 milioni, quando per i magistrati quelle partecipazioni ‘erano di valore nullo o del tutto incongruo’. Dovra’ essere ora un Gup del tribunale di Milano a valutare la richiesta di rinvio a giudizio presentata dalla procura di Milano.

Fla-

(RADIOCOR) 25-03-19 12:49:17 (0271)IMM 5 NNNN