Consob: ok Acf 87,5% ricorsi 4 banche e venete; 36 mln rimborsi (80,6%)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

L’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) ha accolto 854 ricorsi su 976 (87,5%) da parte di coloro che hanno investito il proprio denaro nelle banche poste in risoluzione a fine 2015 (Banca delle Marche, Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara e Cassa di Risparmio di Chieti) e in liquidazione coatta amministrativa nel giugno 2017 (Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca). 

È quanto emerge dalla relazione per l’anno 2018 presentata presso la Consob. Tali ricorsi rientrano nell’ambito di applicazione della legge 108/2018 di conversione del Decreto “mille proroghe”. L’Acf ha accordato 36,1 mln di rimborsi su 44,8 mln richiesti (80,6%). 

Al 28 febbraio 2019, 542 risparmiatori hanno ottenuto la liquidazione a loro favore di 6.940.997,40 euro nei limiti di quanto previsto dalla legge (30% dell’importo deciso dall’Arbitro, con tetto massimo di 100.000 euro per ciascun ricorrente). 

Nel corso del 2018 – al netto dei casi incisi dal milleproroghe – il collegio ha accertato in 23 casi il volontario non adempimento della decisione da parte, in tutto, di 4 intermediari. 

gug 

 

(END) Dow Jones Newswires

March 28, 2019 06:18 ET (10:18 GMT)