Unicredit: cerca sponda nei fondi (MF)

<a href="https://gdsit.cdn-immedia.net/2015/05/banca-unicredit.jpg&quot; class="zoom_foto" title="" data-sub-html="

07 Aprile 2017

<a href="https://gdsit.cdn-immedia.net/2015/05/banca-unicredit.jpg&quot; class="zoom_foto" title="" data-sub-html="

Unicredit chiude sei filiali in Sicilia: ecco quali

<a href="https://gdsit.cdn-immedia.net/2015/05/banca-unicredit.jpg&quot; class="zoom_foto" title="" data-sub-html="

” style=”padding: 0px; margin: 0px; border: 0px; font-family: inherit; font-style: inherit; font-variant-caps: inherit; font-weight: inherit; font-stretch: inherit; line-height: inherit; font-size: 16px; vertical-align: baseline; color: rgb(27, 27, 27); text-decoration: none; display: block; position: relative;”><a href="https://gdsit.cdn-immedia.net/2015/05/banca-unicredit.jpg&quot; class="zoom_foto" title="" data-sub-html="

filiali, Sicilia, unicredit, Sicilia, Economia

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Unicredit si prepara all’importante scadenza dell’11 aprile. In quella data la banca di piazza Gae Aulenti chiederà agli azionisti di approvare il bilancio 2018, la politica retributiva e il sistema incentivante, passaggi poco più che formali se non fosse che l’assemblea cadrà in un periodo particolarmente delicato per il gruppo. Sarà l’ultima assise nell’arco del piano industriale Tranform 2019 (la nuova strategia sarà presentata a dicembre a Londra) nonché il primo test per il nuovo board nominato lo scorso anno. Vista l’importanza della scadenza Unicredit avrebbe già iniziato a sondare il mercato attraverso Sodali, la società di consulenza specializzata in servizi di corporate governance che nei prossimi dieci giorni vaglierà gli umori degli istituzionali e raccoglierà indicazioni in vista dell’assemblea. 

Sul fronte dei fondi, scrive MF, invece sarebbero al lavoro i proxy advisor Glass Lewis, Ass e Frontis che la prossima settimana dovrebbero emettere le raccomandazioni di voto. Il lavoro sta insomma entrando nel vivo con tutte le complessità legate alla gestione di una grande public company nel cui capitale si trovano investitori di tutto il mondo. Nelle primissime posizioni per numero di azioni detenute ci sono Aabar, Dodge & Cox, Capital Group, Vanguard, Norges Bank e BlackRock che complessivamente blindano oltre il 20% del capitale. Nell’ultima assemblea molti di questi investitori si erano espressi a favore della prima linea, appoggiando la lista di maggioranza con l’89,59% dei consensi, con presenze pari al 65% del capitale. Si vedrà se anche questa volta la banca riuscirà a incassare l’approvazione del mercato in un periodo certamente complesso. 

red/lab 

 

(END) Dow Jones Newswires

March 28, 2019 03:34 ET (07:34 GMT)