Mediobanca: Doris, alzato quota perché è banca che sa adattarsi a tempi

Monza, intervista a Ennio Doris: «I problemi dell’Italia sono iniziati con l’euro»

Ennio Doris, presidente Banca Mediolanum(Foto by Stefano Bartesaghi)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

“Abbiamo deciso di incrementare un po’ la nostra quota in Mediobanca, la consideriamo un investimento molto buono. È una banca che è cambiata tantissimo rispetto a quella che era vent’anni fa e nonostante tutto ha sempre saputo adattarsi ai tempi. Senza contare che abbiamo un’ottima relazione con loro. È per questo che abbiamo deciso che fosse il caso di rafforzarci un po’”. 

E’ quanto ha spiegato l’a.d. di B.Mediolanum, Massimo Doris, durante un breve colloquio con MF-DowJones a margine di un evento a Milano. 

Tra il 14 e il 22 marzo scorsi, la finanziaria della famiglia Doris, Finprog Italia, aveva acquistato sul mercato 1,05 milioni di azioni di Piazzetta Cuccia, alzando la quota allo 0,32%. Ad essa si aggiunge un’ulteriore partecipazione del 3,28% detenuta attraverso la stessa Mediolanum. 

ofb 

 

(END) Dow Jones Newswires

April 04, 2019 13:30 ET (17:30 GMT)