Unicredit: rispunta la pista tedesca (MF)

La torre Unicredit illuminata in lilla
onte: MF Dow Jones (Italiano)

Il primo ad aprire il dossier è stato nel 2001 

Alessandro Profumo e da allora l’ipotesi di un’acquisizione di Commerzbank 

da parte di Unicredit si è periodicamente ripresentata. L’ultima 

indiscrezione in ordine di tempo è apparsa ieri sulle colonne del 

Financial Times, pur lasciando perplessi gli analisti e la borsa, dove il 

gruppo ha perso lo 0,7%. 

Secondo il giornale inglese Piazza Gae Aulenti potrebbe acquisire una 

robusta partecipazione in Commerz per poi fonderla con la controllata Hvb. 

La nuova entità avrebbe base in Germania, anche se Unicredit manterrebbe 

quartier generale e quotazione a Milano. Un progetto non nuovo. «Sulla 

carta Commerz sarebbe la preda ideale: Unicredit è già presente in 

Germania con Hvb, le due banche hanno una buona compatibilità industriale 

(forte nel corporate Unicredit , ben posizionata nell’asset management e 

nella clientela retail Commerz) e l’integrazione svilupperebbe importanti 

sinergie di costo. Soprattutto, il maggior peso specifico di Unicredit 

(che oggi capitalizza 27 miliardi contro i 9 di Commerz) consentirebbe di 

mantenere il baricentro del nuovo gruppo sull’Italia», si confida un 

banchiere con MF-Milano Finanza. A favore dell’operazione potrebbe poi 

giocare Allianz , storico azionista di Unicredit presente anche nel 

capitale di Commerz con lo 0,6%. 

red/fch 

 

(END) Dow Jones Newswires

April 05, 2019 02:12 ET (06:12 GMT)