Eni: con l’audit saltano 2 manager (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Un audit interno, voluto dall’amministratore delegato Claudio Descalzi e condiviso col board, ha innescato un ricambio ai piani alti dell’Eni che, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, sta per essere ufficializzato con un ordine di servizio. 

Massimo Mantovani, manager di punta del gruppo e attualmente a capo della Direzione Gas & Lng Marketing and Power, sarà sostituto dal 44enne Cristian Signoretto, già responsabile International Sales della divisione Gas & Power. Mantovani rimarrà comunque in Eni , ma ridimensionato: per la sua ricollocazione si parla di un ruolo in una delle società partecipate impegnate in Europa nella transizione energetica. Non si tratta di un manager qualunque: Mantovani, infatti, è coinvolto in un’inchiesta giudiziaria relativa a presunti depistaggi delle indagini in corso da parte del Tribunale di Milano quando era a capo dell’ufficio legale di Eni. Secondo i magistrati, avrebbe contribuito a mettere insieme dei falsi dossier per depistare le indagini su due filoni d’inchiesta che riguardano Eni in Algeria e in Nigeria. 

In parallelo, altri rilievi sempre di natura procedurale sarebbero emersi anche in relazione al ruolo pregresso di Vincenzo Larocca, ex numero due di Mantovani alla Direzione Affari Legali. Larocca avrebbe deciso in autonomia una separazione consensuale dal Cane a sei zampe. Al suo posto, sempre secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, sarà nominato Paolo Grossi, anche lui da anni in Eni e oggi direttore commerciale della divisione Refining&Marketing. 

red/fch 

 

(END) Dow Jones Newswires

April 10, 2019 02:36 ET (06:36 GMT)