Il Liechtenstein indaga contro Pierin Vincenz per riciclaggio di denaro sporco

finews.ch 10.4.19

Pierin Vincenz

Pierin Vincenz, ex CEO di Raiffeisen Svizzera

Secondo la procura di Zurigo, i colleghi del Liechtenstein stanno ora indagando su Pierin Vincenz. Ciò a causa del sospetto riciclaggio di denaro sporco, come confermato dall’ufficio di finews.ch .

Anche a Ländle è attualmente più caldo per l’ex capo Raiffeisen Pierin Vincenz . Secondo i resoconti dei media, l’ufficio del procuratore del Liechtenstein ha avviato una causa.

Il direttore dell’ufficio e procuratore capo,  Robert Wallner , ha confermato mercoledì a  finews.ch che l’autorità del caso Raiffeisen Svizzera conduce un’indagine. Questo contro diverse persone, con l’accusa di riciclaggio di denaro.

Soldi via Fürstenbank a Julius Baer

Wallner ha anche confermato che Vaduz è   venuto a conoscenza della causa attraverso la richiesta di assistenza legale da parte di Zurigo , di cui anche  finews.ch ha riferito circa un anno fa.

Come è stato detto in quel momento, nei primi mesi del 2015, l’ICH Invest & Consulting, con sede a Mauren, LI, un milione in totale hanno trasferito su un conto presso la Banca Julius Baer da un conto di Lord banca LGT a Vaduz, che era sul Pierin Vincenz.

Prova contro cinque persone

L’ex CEO di Aduno e Vincenz Companion Batti Stocker era sul bordo e aventi diritto di firma ICH contro di lui, Vincent ed altre tre persone è determinato a Zurigo con l’accusa di disonestà.