B.Mps: apre il dossier delle nozze (MF)

Monte dei Paschi di Siena - Piazza Salimbeni

Monte dei Paschi di Siena – Piazza Salimbeni
Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Per Mps si apre il dossier dell’aggregazione. Entro la fine dell’anno il Tesoro (oggi azionista di maggioranza con quasi il 70%) dovrà comunicare alle autorità europee il piano di exit e i primi sondaggi esplorativi sul mercato sarebbero già partiti. 

Proprio ieri del resto, nel corso dell’assemblea di bilancio, scrive MF, l’amministratore delegato Marco Morelli ha spiegato che il cda ha già iniziato a valutare “prospettive di scenari su aggregazioni o diversificazioni dimensionali”, anche se poi “spetta all’azionista di riferimento verificare se possano esserci”. Ovviamente l’individuazione di un partner non sarà un percorso breve e c’è comunque tempo fino al 2021 per completare il processo. La banca senese dovrà però trovarsi nella condizione di attirare potenziali investitori, italiani o esteri. Ecco perché nelle banche d’affari ha iniziato a circolare l’ipotesi di una nuova, ampia pulizia dell’attivo. Un anno fa Siena ha chiuso la cartolarizzazione da 24 miliardi e da allora ha messo sul mercato diversi pacchetti di crediti deteriorati (npl e utp), portando a fine 2018 lo stock di sofferenze lorde a 8,58 miliardi e gli unlikely to pay a 8,06 miliardi, mentre il npl ratio lordo si è attestato al 17,3%. 

red/lab 

 

(END) Dow Jones Newswires

April 12, 2019 02:06 ET (06:06 GMT)