Dal fuoco di Notre Dame alle “fiamme” del Goetheanum…

disinformazione.it 16.4.19


Marcello Pamio 

Ieri lunedì 15 aprile 2019 è stato un giorno triste che sarà ricordato per molto tempo…
Mentre nella capitale francese una delle più belle cattedrali gotiche del pianeta, Notre Dame (Nostra Signora) era avvolta dalle fiamme, a 584 km di distanza, a Dornach in Svizzera, la Sezione Medica del Goetheanum assieme alla Federazione internazionale di Associazioni mediche antroposofiche (IVAA) se ne esce con una bruciante dichiarazione sulle vaccinazioni!

Il testo non lascia spazio a nessun dubbio: «I vaccini, insieme all’educazione alla salute, all’igiene e all’alimentazione adeguata, sono essenziali strumenti per prevenire le malattie infettive».
E subito dopo la precisazione che «i vaccini hanno salvato innumerevoli vite nel secolo passato; per esempio, hanno permesso lo sradicamento del vaiolo e attualmente stanno permettendo l’eliminazione della poliomielite».
Quindi secondo la sezione medicina antroposofica svizzera, il contributo dei vaccini alla salute globale non è da mettere in discussione, per cui loro sostengono «fermamente la vaccinazione come misura importante di prevenzione».

Ma come sempre la chicca arriva verso la fine: la medicina antroposofica, quel corpo medico-spirituale codificato dal grande scienziato e filosofo Rudolf Steiner «non è anti-vaccino e non supporta i movimenti anti-vaccino»! Chiaro? Punto e accapo.
Finalmente i camici bianchi prendono una decisione chiara e precisa. Basta cincischiare: i medici con formazione in medicina antroposofica stanno dalla parte della Scienza, quella con la esse maiuscola. Se i politici impongono per legge decine di vaccinazioni di massa a dei neonati, e se questi farmaci contengono non decine ma centinaia di sostanze tossiche, il medico coscienzioso si deve adeguare perché lo dice la Scienza (e magari anche la legge)!

Questo messaggio lanciato dalla sezione medica del Goetheanum è un vero e proprio incendio divampato nel cuore dell’Europa, ma anche nel cuore di tantissime persone che stanno studiando con coscienza e onestà intellettuale la meravigliosa pedagogia steineriana o la stessa medicina antroposofica.
Cosa farà d’ora in poi un medico antroposofo? Seguirà in scienza e coscienza la propria deontologia e il Giuramento di Ippocrate, oppure i precetti decisi dai capoccioni svizzeri?
Questa è purtroppo una deriva pericolosissima che sta letteralmente snaturando le indicazioni lasciateci da Rudolf Steiner in persona. Non me lo immagino di certo il grande illuminato che spiega agli adepti come tener fermo un neonato, privo di sistema immunitario, mentre il medico gli spara su una coscia e poi sull’altra una sequenza allucinante di vaccini contenenti sostanze neurotossiche.

A dare manforte alla dichiarazione del centro di Dornach un articolo intitolato: «Il significato occulto delle vaccinazioni» a firma di Tiziano Bellucci.
L’incipit ci illumina sul fatto che sarebbe «il mondo spirituale a fornire i rimedi medicinali agli uomini»: della serie l’uomo non inventa nulla senza lo spirituale! E fin qui nulla da eccepire.
«E’ risaputo nella medicina antroposofica che le malattie esantematiche secondo Rudolf Steiner sono necessarie per ‘formare’ e far crescere l’individuo in modo regolare e forte».
Verissimo, ma visto che l’uomo ha fatto questa scoperta epocale chiamata vaccini, l’autore si domanda se a questo punto «non potrebbe essere che i bambini di oggi non necessitano più di individualizzarsi con le malattie infantili? Forse perché «nascono già dotati di forze individualizzanti, al punto di non abbisognare di ulteriori lotte, per fortificarsi».

Sicuramente i bambini che nascono oggi sono diversi da quelli che nascevano oltre cento anni fa, ma viene da sé allora che se i bambini di oggi hanno già delle forze individualizzanti, a maggior ragione qual è la ratio dei vaccini? Non esiste nessuna valida motivazione, sia se la guardiamo da una parte, sia se la guardiamo dall’altra!
Continuiamo con il ragionamento: visto che il mondo sovrasensibile, quando si accorge che l’umanità «non ha più bisogno di sperimentare certe malattie, o esse hanno già svolto il ruolo pedagogico, allora fa pervenire ai ricercatori i farmaci adatti per estirpare quella certa malattia».
Qui il ragionamento pecca un po’ di superficialità scientifica perché si continua a propagandare l’errata affermazione: «vaccinazione uguale immunità»!
E’ stato detto e ridetto una infinità di volte: vaccinare non significa assolutamente immunizzare contro una specifica malattia. Da una parte infatti vi sono i cosiddetti «no-responder» e dall’altra l’epidemiologia lo conferma sempre più spesso: sono infatti numerosissimi i casi in cui una popolazione vaccinata anche al cento per cento ha manifestato lo stesso epidemie. E allora dove sta l’immunità?

«Altra questione è quella della libertà di scelta e sulle modalità in cui vengono prodotti i vaccini. La prima tocca principi che possono essere solo risolti solo in una sede giuridica e politica. Per la seconda occorrerebbe evitare l’uso di sostanze tossiche o lesive aggiuntive oltre i principi attivi immunizzanti».
La libertà di scelta (terapeutica e/o vaccinale) è una libera decisione individuale (quindi spirituale) e non certo politica o giuridica. Nessuno, tanto meno la legge, può imporre la violazione della sacralità del tempo dello spirito: il corpo umano!
Per quanto concerne come vengono prodotti i vaccini, oggi lo sappiamo purtroppo molto bene (vedere sotto i numerosi link sugli esami effettuati dal Corvelva) e soprattutto cosa contengono, per cui pensare di avere a disposizione un farmaco “pulito” è come credere che la Monsanto è un ente di beneficenza.

Sono farmaci, e come tali presentano sempre effetti avversi, in più sono “inquinati” da centinaia di sostanze altamente tossiche: cellule di feti abortiti, DNA animale (topi, batteri e scimmie), inquinanti vari tra cui metalli neurotossici, ecc.
Per cui cosa facciamo? Li usiamo lo stesso perché sono prodotti dai mondi spirituali? O perché ce lo impone la legge?

Infine l’autore spiega che la famosa frase di Steiner nel 1917 sui vaccini (vedere sotto) non è «una dichiarazione “contro” i vaccini», anche perché «egli era soprattutto uno scienziato e amava la scienza».
Qui l’arrampicata sugli specchi del Goetheanum è giunta a termine, perché amare la scienza non vuol dire accettare aprioristicamente tutto quello che viene sfornato dalla mente malata di alcuni scienziati (utero artificiale, eugenetica, bomba atomica, ecc. ecc.).
«Steiner non si è mai dichiarato contro le cure mediche, vaccini compresi, ha anzi sempre detto: il medico ha il dovere di salvare la vita – non a tutti i costi – ma in ogni caso».
Comunque sia, sarebbe di interesse mondiale poter leggere le opere omnie in cui Steiner alle sue conferenze osanna le vaccinazioni pediatriche, anche perché essendo morto nel 1925 le uniche campagne vaccinali eseguite sulla popolazione sono state a fine Ottocento quella antivaiolosa, il restante iniziò verso gli anni Cinquanta …

Conclusione
Mi dispiace aver scritto questo, ma per me è un dovere morale prendere le distanze dalla gravissima dichiarazione della Sezione Medica del Goetheanum e della Federazione internazionale di Associazioni mediche antroposofiche(IVAA) e difendere le meravigliose conoscenze della medicina antroposofica.
Ma bisogna avere il coraggio di urlarlo con forza: i vaccini come sono pensati, fabbricati e soprattutto usati oggi, sono una delle pratiche mediche più aberranti che l’uomo abbia mai concepito!
Non hanno risolto un bel nulla, perché TUTTE le più grandi e anche piccole epidemie, sono state debellate dal miglioramento delle condizioni socio-sanitarie, dall’acqua corrente, dalla pulizia, dalle fognature, dall’alimentazione corretta e dalla quarantena! Tutto il resto è propaganda. 

A me poco importa che i vaccini siano uno strumento “regalatoci” dai mondi spirituali, a me interessa il benessere psico-fisico e spirituale di creature innocenti, come i neonati, che non decidono di farsi inoculare dei veleni, ma li subiscono, come pure tutte le patologie connesse!
Tale pratica vaccinale allontana sempre più il medico antroposofo dalla visione che aveva lo stesso Rudolf Steiner, il quale, non a caso, ha fatto “scendere” dai mondi spirituali quella meravigliosa pedagogia (Waldorf, detta anche steineriana) proprio per “liberare” l’uomo-in-divenire, cioè il bambino, aiutandolo a sviluppare un pensiero autonomo e creandogli le premesse per diventare un essere individuale sveglio e consapevole!
Quale pensiero autonomo potrà avere mai sviluppare quella creatura che a pochi mesi di vita gli viene inoculato una serie di composti chimici e metalli neurotossici come alluminio?


Concludo ricordando che al povero Rudolf Steiner, nel 1922 gli bruciarono fisicamente il Goetheanum in legno (foto qui sopra nel 1914), ma questo ovviamente e per fortuna non bloccò la sua immensa opera.
Oggi le forze in gioco si sono fatte più subdole e le fiamme non sono visibili agli occhi…

———————

Ecco la frase completa di Steiner nel 1917 sui vaccini:
Gli spiriti delle tenebre ispireranno le vittime di cui si nutrono, gli uomini che abiteranno, persino ad inventare un vaccino per deviare verso la fisicità, fin dalla prossima infanzia, la tendenza delle anime verso la spiritualità. Come oggi si vaccinano i corpi contro questo e quello, così in futuro si vaccineranno i bambini con una sostanza preparata in modo che attraverso la vaccinazione, queste persone saranno immuni dallo sviluppare in sé la “follia” della vita spirituale, follia, ovviamente, dal punto di vista materialistico” 

——————-

Qui sotto invece il link ufficiale dove è stato pubblicato il documento originale
https://medsektion-goetheanum.org/fileadmin/user_upload/pdf/Vaccine_Statement_Med_Section_IVAA-15-April-2019.pdf?fbclid=IwAR2C6FNd_Gaz0pNyXSuDwqD8UksTlKkxOmRm_S-91R0XMYM1eppaqpGQJ1c

——————–

Analisi dei metalli mediante ICP-MS
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/analisi-dei-metalli-mediante-icp-ms.html

Relazione Tecnica Finale – Analisi del profilo molecolare dei vaccini
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/relazione-tecnica-finale-analisi-del-profilo-molecolare-dei-vaccini.html

Vaccinegate: Analisi metagenomiche su Hexyon
https://www.corvelva.it/it/speciali-corvelva/analisi/vaccinegate-analisi-metagenomiche-su-hexyon.html

Analisi metagenomiche su Gardasil 9
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/analisi-metagenomiche-su-gardasil-9.html

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.