Trasporti: pace fatta Pedemontana-Strabag (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Fumata bianca sul confine Italia-Austria. Il contenzioso in essere tra Pedemontana a Strabag, il gruppo estero a capo del consorzio (partecipato anche da Grandi Lavori Fincosit e Maltauro) che aveva vinto l’appalto miliardario (1,7 miliardi) per la realizzazione del secondo lotto dell’infrastruttura viaria lombarda, finisce con un accordo definitivo e tombale che non avrà impatti sui bilanci delle controparti. 

La decisione, scrive MF, è arrivata dopo che lo scorso dicembre, il Tribunale di Milano aveva rigettato il ricorso presentato da Strabag nei confronti della società italiana controllata da Milano Serravalle (78,97%) e partecipata da Intesa Sanpaolo (17,27%) e Ubi Banca (3,34%). 

Adesso, invece, dopo mesi di trattativa sottotraccia, i due protagonisti della vicenda hanno deciso di deporre le armi e di definire un’intesa a costo zero per entrambe, come ha riferito il quotidiano La Prealpina. Dal canto suo, Autostrada Pedemontana Lombarda, presieduta da Andrea Mentasti ha rinunciato 260 milioni, la somma della quale avrebbe avuto diritto dopo lo stop al ricorso di Strabaga dei giudici milanesi. Con la definizione di questo accordo stragiudiziale, possono riaprirsi i cantieri del progetto di collegamento da tempo congelati. Questo perché, il management della Pedemontana, in tempi ragionavolmente rapidi, può avviare la procedura di pubblicazione dei bandi di gara per l’assegnazione dell’appalto. 

red/lab 

 

(END) Dow Jones Newswires

April 18, 2019 02:28 ET (06:28 GMT)