B.Carige: il fondo stringe su salvataggio, fari su bond e offerta Blackrock

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

6 maggio. Questa potrebbe essere una data da segnare col circolino rosso sul calendario dei salvataggi bancari. Oggi si riunisce il Consiglio del Fondo Interbancario di Tutela dei depositi (Fitd) per deliberare sulla conversione in azioni del bond da 320 milioni sottoscritto dalle banche aderenti, diverse settimane fa, in favore di Banca Carige, attualmente commissariata. 

La mossa è propedeutica al sostegno all’aumento di capitale che, complessivamente, dovrebbe aggirarsi sui 700 mln di euro. La delibera del consiglio verrà poi sottoposta all’assemblea che, con una doppia maggioranza, dovrà dare l’imprimatur definitivo all’operazione. La conversione integrale in equity del bond da 320 mln – già prevista dal piano di salvataggio originario – si fa sempre più concreta, ma l’obiettivo del Fitd rimane quello di attestarsi al di sotto del 50% del capitale dell’istituto ligure, attualmente commissariato. 

Il Fondo da tempo sta dialogando con Blackrock, il cavaliere bianco che dovrebbe aggiudicarsi l’acquisto della banca se il “piano privato” andasse in porto. Oggi potrebbe essere trovata la quadra su alcuni dettagli tecnico finanziari, tra cui il prezzo e le condizioni di riacquisto. Maccarone, interpellato sulle cifre della ricapitalizzazione, ha di recente spiegato che Blackrock si è agganciato al piano dei commissari. “Lì era già stata fatta una valutazione e adesso vedranno. Le esigenze di capitalizzazione si” evinceranno “con lo sviluppo del piano”. 

“Sulla conversione, anche integrale, molto dipende dagli altri compagni di viaggio”, aveva sottolineato Maccarone. “Le banche hanno fatto quello che hanno ritenuto responsabilmente di fare, ma questa è un’operazione di salvataggio, non è stata fatta con letizia e gioia”, ha aggiunto l’avvocato. 

“L’obiettivo del Fondo è quello di rimanere sotto il 50%” dell’istituto in caso di conversione del bond in equity. “Noi non siamo interessati a gestire, non siamo gestori ma siamo investitori, siamo una struttura che fa interventi per eliminare problemi alle banche e questo è il nostro intento”, aveva specificato il presidente. 

Comunque salire sopra il 50% non rappresenterebbe un vero problema perchè non significa necessariamente avere il controllo: “ci sono una serie di meccanismi per neutralizzare gli effetti. Il nostro statuto parla di controllo e non di maggioranza”. Blackrock – secondo indiscrezioni – starebbe orchestrando l’operazione attraverso tre diversi fondi che complessivamente rileverebbero l’intero perimetro ripulito dagli Npl. I dettagli dell’offerta non sono noti e in questo mese che separa il gestore dalla proposta vincolante i dettagli potrebbero cambiare. 

Intanto nella mattinata di oggi i commissari Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener incontreranno i sindacati. Nei giorni scorsi le notizie stampa di tagli al personale doppi rispetto al previsto hanno portato a un presidio a Genova e alla levata di scudi dei sindacati. La Fabi, la maggiore sigla sindacale, ha tuttavia aperto ufficialmente a Blackrock. 

cce 

 

(END) Dow Jones Newswires

May 06, 2019 04:46 ET (08:46 GMT)