Immobiliare: la sede di Sky finisce a Singapore (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

I tre palazzi che vanno a comporre il cosiddetto Complesso Sky, ossia il quartiere generale della pay tv satellitare nell’area di Rogoredo a Milano, stanno per cambiare proprietario. E se non è certo in discussione la permanenza negli uffici dell’emittente che oggi fa capo al colosso Usa Comcast (dopo l’opa da 30 miliardi di sterline sulla capogruppo inglese Sky), quello che cambia notevolmente è l’assetto di controllo. 

Perché, scrive MF, anche in base ai nuovi accordi rivisti lo scorso 18 aprile tra il gruppo australiano Lendlease, guidato in Italia dal manager Andrea Ruckstuhl, e la quotata italiana Risanamento (ha in portafoglio il comparto attraverso la controllata Milano Santa Giulia), il controllo degli edifici passerà nei prossimi mesi a una newco internazionale che verrà contestualmente quotata alla borsa di Singapore. 

Si tratta di un soggetto d’investimento che vedrà coinvolto direttamente nel capitale, con una partecipazione vicina al 20%, la stessa Lendlease, promotrice dell’iniziativa finanziaria. In particolare, al dossier relativo al Complesso Sky è stato assegnato un valore complessivo di 260 milioni. Cifra che verrà messa sul piatto dalla società quotata sul listino asiatico a favore dei venditori. La newco, che oltre al big australiano vedrà coinvolti altri investitori istituzionali europei, avrà un patrimonio immobiliare complessivo di 1 miliardo. Con questa dote, la società di nuova costituzione farà il suo debutto alla borsa di Singapore. 

red/fch 

 

(END) Dow Jones Newswires

May 07, 2019 02:58 ET (06:58 GMT)